Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Pieve Santo Stefano

E45 si allungano i tempi per la riapertura ai mezzi pesanti

La Procura di Arezzo ha ì chiesto ad Anas di non alterare i luoghi posti sotto sequestro in attesa della perizia che si fa necessaria in vista del procedimento penale nei confronti dei 5 indagati per omessa manutenzione.

Tempi più lunghi del previsto per la riapertura della E45 al traffico pesante.  Mentre le auto possono transitare nel viadotto Puleto, tra Valsavignone e Canili, ci sarà ancora da attendere per i tir.  La Procura di Arezzo ha infatti chiesto ad Anas di non alterare i luoghi in attesa della perizia che si fa necessaria in vista del procedimento penale nei confronti dei 5 indagati per omessa manutenzione.

In pratica Anas doveva lavorare sui baggioli, che risultavano particolarmente deteriorati e proprio in base a questa condizione si basava l'ordinanza di sequestro per il rischio di crollo del viadotto. 

Poco meno di un mese fa il ministro Toninelli aveva parlato di una possibile riapertura entro trenta giorni da quella visita. Toninelli visitò il cantiere insieme ai dirigenti Anas, poi incontrò i sindaci e annunciò buone notizie.

 "Entro 30 giorni Anas consegnerà alla procura di Arezzo una relazione su quello che è stato fatto e a quel punto la magistratura potrà decidere se riaprire il tratto ai mezzi pensanti. Quindi potrebbero essere necessarie solo poche settimane ancora per la riapertura totale".

Adesso invece ci sarà da attendere ancora: nel frattempo il gip Ponticelli sta decidendo se servirà una accertamento tecnico irripetibile o un incidente probatorio (come chiesto dagli indagati). I lavori hanno quindi avuto una battuta d'arresto e Anas molto probabilmente dovrà attendere prima di consegnare la relazione con la quale si chiede la riapertura al traffico pesante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45 si allungano i tempi per la riapertura ai mezzi pesanti

ArezzoNotizie è in caricamento