rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Incidenti stradali Anghiari

Schianto in moto contro un'auto: è morto Valerio Giorgi

Residente a Caprese, era un operaio forestale molto conosciuto e stimato dai compaesani. Lascia i genitori e la fidanzata. Gli accertamenti sulla dinamica dell'incidente

Erano da poco passate le 15,30 di questo pomeriggio quando Valerio Giorgi stava percorrendo, in sella alla sua moto, sulla statale della Libbia. Viaggiava lungo il rettilineo della piana di Anghiari, in direzione Sansepolcro, quando - stando alla ricostruzione dei Carabinieri di Anghiari - avrebbe sorpassato un mezzo che lo precedeva. Al rientro dal sorpasso, all'altezza dello stabilimento Soldini, qualcosa però non è andato per il verso giusto. Dai primi rilievi pare che l'auto che lo precedeva abbia svoltato e la moto non sia riuscita ad evitarla. Il 40enne (avrebbe compiuto 41 anni a settembre) operaio forestale di Caprese Michelangelo è andato a sbattere contro la vettura: un impatto violentissimo, che lo ha sbalzato di circa 30 metri. Le ferite riportate nell'impatto sono state gravissime: a nulla sono valsi i numerosi tentativi di salvarlo eseguiti dai sanitari dell'emergenza urgenza che per lungo tempo hanno tentato di rianimarlo. I soccorritori avevano anche allertato l'elisoccorso Pegaso che era arrivato ad Anghiari con la speranza di poter trasportare l'uomo in una struttura specializzata, ma il suo volo è stato vano.

Le immagini dell'impatto

Giorgi era molto conosciuto a Caprese Michelangelo, dove viveva con i genitori. Aveva una fidanzata e tanti amici. Chi lo frequentava racconta che era una persona sempre disponibile, dal cuore grande. Amava la sua cittadina e i boschi che la circondano: conosceva benissimo sentieri e luoghi sperduti, grazie al suo lavoro (era operaio forestale dell'Unione dei Comuni della Valtiberina) sia per una sua passione. Molto presente nelle attività della comunità capresana, proprio a fine giugno era stato uno dei protagonisti della prima edizione del “Redboom Bricia Cart”, ovvero una corsa dei carretti al termine della quale era salito anche sul podio. 

I rilievi sul luogo dell'incidente e la ricostruzione della dinamica

Adesso i Carabinieri di Anghiari e i colleghi della compagnia di Sansepolcro stanno cercando di fare chiarezza sulla dinamica dell'incidente. Un compito non semplice: non si è trattato infatti di un frontale, ma di un impatto avvenuto in seguito ad un sorpasso. Saranno i segni lasciti sull'asfalto, quelli riportati sui mezzi (entrambi posti sotto sequestro), a chiarire se ci siano state manovre azzardate, se la velocità fosse o meno entro i limiti, o se ci siano altre cause dietro al sinistro. 

Il cordoglio

Intanto l'intera comunità di Caprese si è stretta attorno ai famigliari di Valerio, incredula e affranta da questa terribile notizia.  In serata il cordoglio dell'amministrazione comunale è stato espresso in un post sulla pagina Facebook istituzionale: "È con profondo dolore che tutta la Comunità di Caprese Michelangelo si stringe attorno alla famiglia di Valerio Giorgi. Oggi abbiamo perso un giovane e grande amico che voglio ricordare con il suo sorriso e il suo grande cuore. R.I.P. Il Sindaco e l'amministrazione comunale".

La drammatica notizia ha colpito molto anche il mondo del volontariato. Giorgi partecipava anche alle attività di anti incendio boschivo e proprio la Racchetta di Arezzo ha scritto un toccante messaggio: "La sezione di Arezzo e tutti i volontari che hanno potuto condividere con lui momenti ed interventi porteranno per sempre nei propri cuori il suo ricordo e il suo sorriso. Grazie di tutto Valerio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto in moto contro un'auto: è morto Valerio Giorgi

ArezzoNotizie è in caricamento