Cronaca

Caso Martina Rossi: a processo altri due aretini. A Genova dimostranti pronti a scendere in piazza

Dovranno difendersi dalle accuse che li vedono alla sbarra per aver reso false informazioni al pubblico ministero durante le indagini

Il 17 dicembre prossimo si aprirà un nuovo capitolo nella vicenda guidiziara riguardante la morte di Martina Rossi, la studentessa genovese deceduta il 3 agosto 2011 a Palma de Mallorca dopo essere precipitata dal balcone di un hotel. Soltanto il giugno scorso la corte d'Appello aveva ribaltato la sentenza di primo grado a carico degli aretini Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, entrambi accusati di tentata violenza di gruppo e morte come conseguenza di altro reato, e poi assolti da tutte le accuse. Per loro il procuratore fiorentino Luciana Singlitico ha richiesto il ricorso in cassazione sostenendo come la sentenza espressa in Appello abbia "motivazione contraddittoria", "valutazione frazionata e priva di logica degli indizi", "travisazione di circostanze decisive". Nel frattempo ecco che altri due giovani aretini, Enrico D’A. e Federico B, dovranno difendersi dalle accuse che li vedono alla sbarra per aver reso false informazioni al pubblico ministero durante le indagini. Secondo la ricostruzione dei fatti, questi ultimi quella tragica notte si trovavano all'interno della camera delle amiche di Martina mentre lei, come noto, era con i due aretini. Il processo questa volta si svolgerà a Genova dove, stando a varie indiscrezioni nel momento, si starebbero preparando delle dimostrazioni a sostegno della famiglia Rossi messe in piedi da alcuni cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Martina Rossi: a processo altri due aretini. A Genova dimostranti pronti a scendere in piazza

ArezzoNotizie è in caricamento