rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Bibbiena

Accoltellò la moglie e fu condannato a 8 anni, ma adesso è libero col divieto di avvicinarsi alla donna

Il 50enne ex ristoratore non è più ai domiciliari: nel maggio del 2021 accoltellò la moglie sfiorando la tragedia

Era stato condannato a 8 anni di reclusione per aver accoltellato la moglie. Ma oggi, in seguito ad una istanza presentata dai suoi legali, il 50enne ex ristoratore che nel maggio del 2021 compì l'aggressione, è uscito dal regime dei domiciliari. E' libero ma non potrà avvicinarsi oltre 500 metri dalla donna. E' questa la decisione del giudice Giulia Soldini.
La vicenda che sconvolse il Casentino risale ad alcuni mesi fa. Era il 31 maggio quando, nel tardo pomeriggio, si consumò tra le mura domestiche il dramma. Quando i carabinieri della compagnia di Bibbiena intervennero, alle 20 circa, si trovarono di fronte una scena orribile. Secondo la ricostruzione dei militari "c'era sangue ovunque":  l'uomo avrebbe infatti inseguito la moglie in varie stanze dell'abitazione, con un coltello da cucina alla mano. L'avrebbe raggiunta e ferita a più riprese. Fortunatamente i fendenti non sarebbero andati in profondità e non avrebbero colpito organi vitali, tanto da non mettere la donna in pericolo di vita. Ma la tragedia è stata sfiorata: due colpi infatti sono stati affondati all'addome e al collo. 
Dopo la condanna (con una pena decurtata di un terzo per la scelta del rito abbreviato) l'uomo trascorse un periodo in carcere e poi si trasferì in una comunità religiosa nel Valdarno, dove scontava gli arresti domiciliari. Adesso, in seguito all'istanza dei legali, non è più ai domiciliari, continua a risiedere in Valdarno ma è libero di spostarsi. Non però di raggiungere la moglie: dovrà tenersi ad almeno 500 metri di distanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò la moglie e fu condannato a 8 anni, ma adesso è libero col divieto di avvicinarsi alla donna

ArezzoNotizie è in caricamento