Giovedì, 24 Giugno 2021
Salute

Ecco il vaccino Astra Zeneca per chi ha tra 18 e 55 anni: chi può prenotarsi e come. Giovedì via alle iniezioni

Oggi l'arrivo per la Asl Toscana Sud Est all'ospedale di Grosseto, da giovedì le somministrazioni ad Arezzo Fiere e Congressi. Vaccino per gli ultra 80enni, si parte dai più anziani della provincia

Arriva oggi il nuovo vaccino AstraZeneca in Toscana, quello destinato agli under 55. Non ad Arezzo e nemmeno a Siena, perché l'"hub" scelto per la conservazione della fornitura destinate alla Asl Toscana Sud Est è l'ospedale di Grosseto. Da qui partiranno poi le dosi per i centri di vaccinazione scelti in tutta l'area vasta E si modifica sensibilmente il calendario delle vaccinazioni. Si stava lavorando per iniziare da lunedì 15, mentre poi si è deciso di anticipare. Non domani, mercoledì 10 febbraio, come fatto trapelare nelle ore precedenti, ma giovedì 11 febbraio.

AstraZeneca, come prenotarsi

Le prenotazioni per questa prima fornitura di AstraZeneca sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it si aprono oggi, martedì 9 febbraio, alle 18. Questa prima finestra - fanno sapere dalla Regione - durerà fino a domenica 14 febbraio. La durata di quattro giorni è determinata dalle ultime comunicazioni della struttura nazionale relative alle dosi in arrivo, che ammontano per questa settimana a 15.400. Giovedì, venerdì e sabato le vaccinazioni si svolgeranno nel pomeriggio, dalle ore 14,30 alle 18,30, mentre la domenica solo la mattina, dalle 9 alle 13.

Chi può accedere al nuovo vaccino

"Per questi primi quattro giorni verranno aperti, in anteprima, alcuni dei punti vaccinali previsti sull’intero territorio regionale, tra i quali si potrà scegliere in fase di prenotazione", spiega la nota della Toscana. Le categorie che potranno prenotarsi in questa prima finestra di quattro giorni, alla luce della fornitura prevista, sono: personale scolastico e universitario, docente e non docente, di ogni ordine e grado; forze armate e di polizia (Forze Armate, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Polizie Locali, etc.). Con le prossime forniture settimanali si aprirà alle altre categorie che rientrano in questa fase, in merito alle quali si attendono ulteriori comunicazioni e dettagli dalla struttura nazionale.  Al momento della prenotazione sarà possibile, per l’utente, scegliere il luogo più comodo e vicino, insieme alla data e all'ora dell'appuntamento.

Dove fare il vaccino ad Arezzo e in provincia

Le sedi dove verrà somministrato il vaccino saranno di 3 dimensioni: maxi, meso e mini. Anche se in questa primissima fase saranno coinvolte solo le sedi maxi: per Arezzo è una, e si tratta del Centro Affari in cui è possibile somministrare fino a 800 vaccini AstraZeneca al giorno e che potrà lavorare 7 giorni su 7. Via via che aumenterà la disponibilità di vaccini saranno attivati anche i punti "meso", uno per ogni ex zona distretto, in cui si potranno fare fino a 400 vaccinazioni al giorno. Nella provincia di Arezzo saranno cinque: Centro socio sanitario di Monte San Savino, centro sociale di Bibbiena, Foro Boario di Sansepolcro, Auditorium del Comune di Loro Ciuffenna, scuola media Berrettini di Cortona (Camucia).

Pfizer-Biontech e Moderna

Sono attese per oggi anche le prossime forniture del vaccino Pfizer-Biontech, con le quali procede la vaccinazione degli operatori sanitari e socio-sanitari e del personale delle Rsa, mentre si è conclusa quella per gli ospiti. Per tutti gli operatori sanitari e socio-sanitari che hanno già effettuato la pre-adesione oggi verranno riaperte le agende per la somministrazione delle prime dosi alle ore 14. La prenotazione si effettua sempre sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it. Il numero delle dosi sarà pari a quello delle settimane precedenti, si spera in un aumento prossimamente per poter accelerare, e magari estenderlo agli ultra 80enni (visto che non possono usufruire di Astra Zeneca) ma resta il rebus delle forniture da parte della casa produttrice. Come del resto per Moderna, che invece salta per questa settimana. E' possibile che i vaccini per gli anziani vengano somministrati non prima della prossima settimana.

Vaccinazione domiciliare con vaccino Pfizer o Moderna per gli ultra 80enni

A questo proposito, visto l'assalto telefonico ai medici di famiglia registrato nelle ultime ore, resta valida la raccomandazione della Asl: "Gli ultra80enni non dovranno fare nulla se non attendere la telefonata del loro medico di medicina generale e dare il consenso alla vaccinazione. Questa sarà l'unica modalità con la quale potranno vaccinarsi. Ogni medico di medicina generale ha a disposizione una piattaforma che gli consente di 'vedere' tutti i suoi assistiti con età superiore a 80 anni. Qui prenota il suo assistito su un'agenda che riporta una data certa e il numero di dosi di 6 o multiplo se Pfizer o 11 o multiplo se Moderna. Quando l'agenda sarà completa, scatterà automaticamente la richiesta alla farmacia ospedaliera che da quel momento scongela la fiala  corrispondente all'agenda e la invia alla farmacia territoriale dove il medico la ritirerà insieme al solvente e alle siringhe. Le vaccinazioni potranno essere eseguite nell'ambulatorio del medico oppure a domicilio dell'anziano qualora il medico stesso ne ravveda la necessità". L'ordine di prioprità è dato dall'età: prima i più anziani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il vaccino Astra Zeneca per chi ha tra 18 e 55 anni: chi può prenotarsi e come. Giovedì via alle iniezioni

ArezzoNotizie è in caricamento