Saracino, l’impegno della Centrale 118 per l’assistenza ai cittadini

Lavoro extra per tutta la settimana: dalle serate nei quartieri alla Giostra vera e propria

La Giostra del Saracino è un impegno importante anche per la Centrale 118 di Arezzo, che tutta la settimana di preparazione all’evento prevede mezzi e risorse a presidiare il centro della città, sia per le prove che per la Giostra. In vista di domenica prossima, la centrale operativa, come ogni edizione, ha stilato un piano di sicurezza sanitaria in stretta collaborazione con il mondo del volontariato: Misericordia, Croce Rossa e Croce Bianca.

Per il giorno della Giostra saranno impiegati: 1 Disaster Manager (cioè un sanitario con formazione specifica al coordinamento ed alla gestione di eventi maggiori),  5 sanitari (3 infermieri e 2 medici), 20 soccorritori di livello avanzato, 5 operatori radio, 4 ambulanze BLSD in piazza Grande, 2 ambulanze BLSD di supporto fuori dalla piazza e 1 posto di comando avanzato, cioè il mezzo della Regione per il coordinamento delle maxi emergenze. 

Le sere delle prove, invece, è una BLSD a presidiare la piazza. Per quanto riguarda i quartieri e le serate che organizzano in attesa della Giostra, ognuno di loro ha presentato un Piano di assistenza sanitaria che è stato vagliato dalla centrale 118 per garantire un’assistenza dedicata nelle quattro zone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia della strada a Calbenzano: muore 26enne. Ferito il fratello. Chiusa la Sr71

  • Al via il casting per la fiction con Vanessa Incontrada ad Arezzo: come candidarsi. Ciak da giugno

  • Tragico schianto sulla Sr71, così ha perso la vita Cristian

  • Toscana ancora arancione. Ma oggi si decide su riaperture e ritorno in zona gialla

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2020/2021

  • Alessandro morto per Covid a 54anni. Ogni sera la famiglia lo sosteneva dal vetro della terapia intensiva

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento