Thalia torna in Italia il giorno dopo il suo terzo compleanno. Le parole di mamma Valeria

Operazioni e poi riabilitazione. Un duro lavoro per la piccola aretina nata con una malformazione alla gamba e che ha da poco iniziato per la prima volta a camminare grazie agli interventi chirurgici e al tutore

Thalia negli Stati uniti dove è stata operata più volte, tornerà in Italia il giorno dopo il suo terzo compleanno

"Ciao a tutti. Finalmente possiamo confermare la notizia: il 18 febbraio torneremo in Italia". Inizia così la lettera di mamma Valeria, parole postate su Facebook nel gruppo che ha sostenuto la battaglia di Thalia e della sua famiglia per ottenere una vita normale, per poter indossare due scarpe e camminare.

Così è andata dopo alcune operazioni negli Stati Uniti. La piccola nata con una malformazione rara ad una gamba, la emimelia tibiale, è di fatto senza la tibia e per questo la sua gamba è più corta e piegata verso l’interno.

Mamma Valeria con questo ulteriore messaggio aggiorna tutti sulle condizioni della piccola, annuncia il ritorno in Italia proprio il giorno successivo al compleanno di Thalia, nata al Meyer di Firenze, il 17 febbraio del 2017.

Dalla rimozione del fissatore avvenuta a sicembre abbiamo lavorato tanto sulla muscolatura e sulla flessione del ginocchio. I progressi si vedono già e sono incredibili, Thalia sta acquisendo una buona padronanza della gamba.
Il lavoro è ancora tanto da fare ma non abbiamo più bisogno di rimanere qui, ci hanno detto infatti che possiamo benissimo continuare il lavoro con la fisioterapia in Italia. L’obiettivo sarà quello di mantenere i successi ottenuti finora in vista del prossimo intervento.

Questa settimana abbiamo avuto l’ultimo incontro con i chirurghi e sono molto soddisfatti dei risultati. La gamba è stabile, Thalia porta il tutore HKAFO sempre, giorno e notte, e lo dovrà tenere almeno fino all’allungamento che secondo il chirurgo potremo fare tra 2 anni.
Il dottore ci ha promesso che a breve studierà un modo su come procedere con l’allungamento di Thalia: avendo lei bisogno di un doppio allungamento (sia sul femore che sul perone) la questione, soprattutto riguardo al ginocchio, deve essere studiata bene.

Adesso però, ce ne torniamo in Italia e ci prendiamo un periodo di pausa, che ne abbiamo un estremo bisogno. Invieremo i prossimi raggi al chirurgo tra 6 mesi e Thalia verrà poi rivista per il controllo tra un anno esatto in Polonia.

Grazie per aver seguito il cammino di Thalia fino ad ora. Non finisce qui, la strada è lunga ma un bel tratto è stato già percorso e le montagne più grandi sono state scalate. Adesso possiamo finalmente tirare un sospiro di sollievo. Thalia cammina e non ha più intenzione di fermarsi.  Valeria, la mamma di Thalia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento