Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Nuovo direttore generale Ausl Sud-Est Toscana. Cgil, Cisl e Uil: "Non interrompiamo il percorso avviato"

Prendiamo atto delle scelte della Regione, ma vanno confermati i livelli delle relazioni sindacali per non interrompere il percorso avviato e spingere verso una maggiore equità territoriale

"Ne prendiamo atto".

E' dalla Cgil, Cisl e Uil della Toscana che arriva il commento circa l'indicazione di Antonio D'Urso quale successore di Enrico Desideri alla guida della Asl Toscana Sud Est.

"Chiediamo però - affermano dalle segreterie sindacali regionali - al presidente di garantire la continuità dei progetti in questa Ausl e dei livelli di confronto nelle relazioni sindacali.

Quest’area ha affrontato negli ultimi tempi gli effetti di una riforma che ha messo insieme tre territori molto diversi, complessi ed estesi; effetti che ancora oggi si ripercuotono sulla qualità e sulla omogeneità dei servizi offerti. E’ fondamentale pertanto, anche sul piano delle tante iniziative in campo per migliorare i servizi ai cittadini e per il rapporto con i lavoratori, non interrompere il percorso avviato, ma anzi confermare le scelte e accelerarne l’attuazione per una maggiore equità territoriale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo direttore generale Ausl Sud-Est Toscana. Cgil, Cisl e Uil: "Non interrompiamo il percorso avviato"

ArezzoNotizie è in caricamento