Attualità

Scarpe da trekking per uomo: le peculiarità essenziali della scarpa perfetta

Le scarpe adatte al trekking sono robuste, comode da indossare e sufficientemente rigide da consentirci di muovere il piede ma al contempo da proteggerlo ad ogni passo. Quando si sceglie un paio di scarpe da trekking per l’uomo l’importante non è...

5-elementi-fondamentali-per-la-scelta-delle-scarpe-da-trekking-600x450

Le scarpe adatte al trekking sono robuste, comode da indossare e sufficientemente rigide da consentirci di muovere il piede ma al contempo da proteggerlo ad ogni passo. Quando si sceglie un paio di scarpe da trekking per l'uomo l'importante non è guardare ai singoli materiali o allo specifico modello, ma alle esigenze dello sport che si intende praticare e alla comodità delle calzature.

Quali scarpe per il trekking

Nei negozi specializzati le scarpe da trekking per uomo sono innumerevoli. Si va da quelle più basse e leggere, che coprono solo il piede e lo lasciano traspirare, fino agli scarponi pesanti, in pelle o in materiale misto, che proteggono non solo dagli infortuni, ma anche dal freddo e dall'acqua. Questo perché la scelta della scarpa dipende dalle condizioni del luogo in cui ci si trova a fare trekking. Per chi si avventura sulle vette alpine, dove il clima è freddo e la neve presente ogni giorno dell'anno, saranno necessarie scarpe confortevoli, ma anche calde e idrorepellenti; del resto il trekking si partica anche in pieno inverno, così come in Paesi dove le altitudini superano di gran lunga i 4.000 metri del Monte Bianco. Per chi invece preferisce un trekking più soft, da praticare in piena estate e su sentieri poco scoscesi e non innevati, allora la scarpa dovrà essere leggera e traspirante, che lasci respirare il piede ma che impedisca comunque l'ingresso all'acqua: i temporali estivi sono infatti un pericolo che segue costantemente il Trekker appassionato.

Modelli, colori, materiali

Le scarpe da trekking da uomo oggi disponibili sono moltissime: basse e leggere, più alte a coprire almeno la caviglia, che salgono fino a metà polpaccio. Oltre alla forma della scarpa differiscono anche i materiali utilizzati per produrla. Un tempo si usava essenzialmente la pelle, perché in effetti era l'unico materiale malleabile e idrorepellente disponibile. Oggi fortunatamente la tecnologia dei materiali propone tantissime materie prime per la produzione di scarpe da trekking per uomo. Ce ne sono ancora molte in pelle, ma spesso si prediligono mix di materiali, aggiungendo inserti in fibre leggere e traspiranti, in grado di preservare il piede ma anche di mantenerlo confortevole. Fortunatamente i nuovi scarponcini da trekking non necessitano di manutenzione, basta mantenerli puliti dai detriti e dal terriccio, oltre a passarli magari con un prodotto idrorepellente, cosa non necessaria sulle calzature in tessuto tecnico anti acqua.

Il costo: quanto costa una scarpa da trekking

Non esiste una risposta univoca a questa domanda, visto che abbiamo parlato di numerosi modelli e tipologie di calzature. Si parte da meno di 60 euro per superare tranquillamente i 200 euro per i modelli più complessi, o in cui sono utilizzati materiali particolarmente pregiati. Nella spesa per l'acquisto di questo tipo di calzature è importante considerare quale tipo di attività sportiva andremo a praticare. Conviene infatti sempre considerare che queste scarpe sono pensate per rendere più comoda la camminata, ma anche per la protezione del piede. Se decidiamo di provare per un pomeriggio a fare una breve passeggiata allora è consigliabile scegliere un modello di scarpa a basso prezzo, ricordando però sempre la sicurezza.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe da trekking per uomo: le peculiarità essenziali della scarpa perfetta

ArezzoNotizie è in caricamento