Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Cultura, Arezzo nella top ten delle province per il valore aggiunto prodotto. Il rapporto Symbola

Quarta, dopo Milano, Roma e Torino, ha scavalcato Firenze e Bologna. Bene anche i dati sull'occupazione prodotta

La pandemia ha assestato un duro colpo alle attività culturali e creative nel 2020. Nonostante questo, il sistema produttivo culturale ha raggiunto un valore di 84,6 miliardi, pari al 5,7 del valore aggiunto italiano. E' quanto emerge dal rapporto annuale della Fondazione Symbola e Unioncamere, nel quale Arezzo compare tra le province che producono più ricchezza con la cultura. La provincia entra infatti nella top ten nazionale e si piazza quarta dopo Milano, Roma, Torino precedendo Trieste, Firenze e Bologna. Il suo valore aggiunto ha toccato il 7,6 per cento. Non solo, quella aretina è la seconda provincia in termini di occupazione prodotta (incidenza pari al 9 per cento).

Il rapporto è stato presentato dal ministro della Cultura Dario Franceschini e dal presidente di Fondazione Symbola Ermete Relacci e il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, ovvero tutte quelle attività economiche che producono beni e servizi culturali (core), ma anche tutte quelle attività che non producono beni o servizi strettamente culturali, ma che utilizzano la cultura come input per accrescere il valore simbolico dei prodotti, quindi la loro competitività.

"All’interno del core - spiega la Fondazione Symbola - coabitano attività molto diverse tra loro, accomunate dalla produzione e veicolazione di contenuti culturali e creativi. Dalle attività di conservazione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico (attività dei musei, biblioteche, archivi, monumenti), alle arti visive e performative (attività dei teatri, concerti, etc.). A queste si aggiungono attività che operano secondo logiche “industriali” (musica, videogame, software, editoria, stampa), quelle dei broadcaster (radio, televisione), fino ad arrivare ad alcune attività appartenenti al mondo dei servizi (comunicazione, architettura, design)".

I dati di "Io sono cultura"

Il report, denominato Io sono cultura è arrivato alla sua 11esima edizione. Ma cosa emerge dai dati e dalle statistiche?

"La grande area metropolitana di Milano è al primo posto nelle graduatorie provinciali per incidenza di ricchezza e occupazione prodotte, con il 9,7 e il 9,8%. Roma è seconda per valore aggiunto (8,7%) e quarta per occupazione (7,8%) mentre Torino si colloca terza (8,4%). Seguono, per valore aggiunto Arezzo (7,6%), Trieste (7,1%), Firenze (6,7%), Bologna (6,2%) e Padova (6,1%). In termini di occupazione, come suddetto, la leadership per incidenza dei posti di lavoro sul totale dell’economia è da attribuire a Milano. Ma il ruolo della cultura non si ferma alla sola quantificazione dei valori della filiera. Importanti sono anche i legami tra cultura e turismo. La Lombardia è la prima regione per spesa turistica attivata dalla domanda di cultura (3,9 miliardi di euro) e quinta per incidenza della stessa sul totale della spesa culturale (47,6%, quasi 10 punti in più della media nazionale). Il legame tra cultura e manifattura appare evidente nelle realtà distrettuali, ovvero in quelle aree dove è presente una rilevante concentrazione di professioni artigianali, che valorizzano competenze creative del made in Italy. Fra queste eccellenze distrettuali, fortemente orientate ai mercati esteri, si possono citare Monza-Brianza, Arezzo, Alessandria, Modena, Reggio Emilia, Pesaro-Urbino".

Ecco le prime venti province

Anno 2020 (incidenze percentuali sul totale economia)

VALORE AGGIUNTO OCCUPAZIONE
Pos. Province Incidenze % Pos. Province Incidenze %
1) Milano 9,7 1) Milano 9,8
2) Roma 8,7 2) Arezzo 9,0
3) Torino 8,4 3) Torino 7,9
4) Arezzo 7,6 4) Roma 7,8
5) Trieste 7,1 5) Trieste 7,2
6) Firenze 6,7 6) Firenze 7,2
7) Bologna 6,2 7) Bologna 6,7
8) Padova 6,1 8) Alessandria 6,6
9) Siena 5,9 9) Monza-Brianza 6,3
10) Ancona 5,7 10) Padova 6,3
11) Pisa 5,7 11) Pisa 6,3
12) Monza-Brianza 5,6 12) Venezia 6,3
13) Venezia 5,6 13) Trento 6,2
14) Verona 5,6 14) Pesaro e Urbino 6,1
15) Pesaro e Urbino 5,5 15) Prato 6,1
16) Alessandria 5,5 16) Rimini 6,0
17) Trento 5,4 17) Como 6,0
18) Parma 5,4 18) Vicenza 5,9
19) Vicenza 5,4 19) Treviso 5,9
20) Cagliari 5,3 20) Ancona 5,9
       
  ITALIA 5,7   ITALIA 5,8

Fonte: Unioncamere, Fondazione Symbola, 2021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, Arezzo nella top ten delle province per il valore aggiunto prodotto. Il rapporto Symbola

ArezzoNotizie è in caricamento