Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Presentato il Centro Eurodesk Arezzo

Un pezzo importante di Europa sbarca ad Arezzo, un network che collega tre elementi decisivi per lo sviluppo sia sociale sia economico: giovani, formazione e lavoro. Oggi, grazie al Patrocinio della Provincia di Arezzo,nella Sala dei Grandi è...

foto convegno Eurodesk 2

Un pezzo importante di Europa sbarca ad Arezzo, un network che collega tre elementi decisivi per lo sviluppo sia sociale sia economico: giovani, formazione e lavoro. Oggi, grazie al Patrocinio della Provincia di Arezzo,nella Sala dei Grandi è stato presentato il Centro Eurodesk di Arezzo.

Perché Europa, perché giovani, perché formazione, perché lavoro? Perché Eurodesk rappresenta la rete ufficiale del programma europeo Erasmus+ per l'informazione sui progetti e le iniziative promosse dalle istituzioni comunitarie in favore dei giovani. La rete è realizzata con il supporto della Commissione Europea - Dg Eac (Istruzione e Cultura) e dell'Agenzia nazionale per i Giovani.

All'evento hanno preso parte il Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, il Dirigente dell'Ufficio Scolastico di Arezzo Roberto Curtolo, Saverio Misesti Presidente di OpenCom, Erina Guraziu, responsabile Centro Eurodesk di Arezzo e il Presidente nazionale di Eurodesk Italia Ramon G.M. Magi. "E' un vero piacere ospitare qui, la presentazione del lancio del Centro Eurodesk di Arezzo - ha dichiarato Roberto Vasai, presidente della Provincia di Arezzo e padrone di casa dell'evento - L'Ente Provincia e le amministrazioni provinciali toscane hanno un glorioso passato in termini di Politiche Giovanili. Una storia che ad un certo punto qualcuno ha voluto interrompere, insieme al tentativo di porre fine all'esistenza stessa del nostro Ente. Un livello intermedio di coordinamento come quello provinciale, ritengo dunque sia fondamentale, per la gestione delle politiche attive e di inclusione destinate ai giovani. Ci fa comunque piacere dare il nostro contributo attraverso momenti come questo, sostenendo la mobilità internazionale dei giovani, che rappresenta una concreta occasione di arricchimento personale e indirettamente, di tutta la comunità". "Il Centro Eurodesk di Arezzo sarà reso operativo attraverso la nostra struttura - ha approfondito poi il presidente di OpenCom, Saverio Misesti - e nasce dalla collaborazione tra Ufficio Scolastico Territoriale e OpenCom. Il Centro vuole essere un importante strumento messo in rete con tutte le altre istituzioni, scuole e associazioni interessate, per favorire la mobilità educativa transnazionale dei giovani di Arezzo e provincia". "Opereremo - ha spiegato ancora Misesti - attraverso attività di formazione e supporto, portata avanti con strumenti innovativi per fornire servizi di informazione, promozione, orientamento sui programmi europei di interesse per i giovani e nel più vasto ambito dell'euro-progettazione". Erina Guraziu, nel suo ruolo di responsabile del Centro Opencom di Arezzo, nel suo breve intervento, ha spiegato che "Eurodesk è attiva dagli anni '90 in Europa, ed ha l'obiettivo di accorciare le distanze tra mondo giovanile e istituzioni e tra il centro e le periferie dell'Unione Europea. Per colmare questa distanza fisica e di linguaggio, Eurodesk agisce su due livelli: un'informazione aggiornata, attendibile e redatta in un linguaggio comprensibile a tutti e una rete di sportelli territoriali tra di loro collegati. Un network che pian piano, anche nel nostro territorio, sarà sempre più coinvolgente e operativo, a servizio del sistema formativo e dei giovani. Il Centro Eurodesk di Arezzo ha sede presso OpenCom in Pzza Giotto,13. Il team è sempre a disposizione e per ogni informazione è possibile scrivere a arezzo@eurodesk.eu oppure telefonarci al 0575 26114". Il presidente nazionale di Eurodesk Italy, Ramon G.M. Magi, ha messo in evidenza come "la mobilità educativo-formativa transnazionale dei giovani è oggi uno degli strumenti più efficaci per garantire una migliore occupabilità dei giovani. I programmi europei che finanziano questo tipo di attività rappresentano un'occasione unica per ampliare gli spazi e gli orizzonti lavorativi dei giovani: promuoverli, orientare gli stakeholder e progettare interventi sul territorio sono tra le azioni più efficaci che l'alleanza pubblico-privato può mettere in campo nel settore delle politiche per la gioventù, ad Arezzo come in tutto il Paese". Nelle sue conclusioni il dirigente dell'ufficio scolastico di Arezzo Roberto Curtolo ha affermato "Eurodesk rinasce nel nostro territorio da una collaborazione fra l'Ufficio Scolastico Territoriale di Arezzo e OpenCom e grazie alla Provincia di Arezzo,che in passato aveva favorito la nascita di un'antenna, presentiamo il centro a tutte le realtà territoriali. L'internazionalizzazione dei percorsi di studio costituisce una delle sfide fondamentali finalizzate a dare ai nostri giovani nuove occasioni di confronto, crescita ed occupazione. Eurodesk, quindi,rappresenta uno strumento che la Commissione Europea mette a disposizione e che noi portiamo sul territorio, per consentire alle scuole, alle ragazze, ai ragazzi che le frequentano e ai docenti, di accedere ai programmi internazionali che la UE mette a disposizione. Ovviamente Eurodesk è uno strumento utilizzabile da tutta la comunità aretina, produttiva e formativa, del polo universitario, delle associazioni. Un patrimonio che nasce da un sistema scuola che si integra strettamente con la comunità locale diventandone uno dei motori e punto di riferimento".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato il Centro Eurodesk Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento