Attualità

Nulla si distrugge, nulla si butta, ma tutto si riutilizza: 300 studenti a scuola di Zero Spreco da Aisa

Zero Spreco, di fatto, è una filosofia che può essere applicata ad ogni ambito della quotidianità e che può consentire di contenere i costi e di migliorare la qualità della vita. Un principio che ormai da tempo ha fatto proprio Aisa Impianti che...

inceneritore_rifiuti_san_zeno3

Zero Spreco, di fatto, è una filosofia che può essere applicata ad ogni ambito della quotidianità e che può consentire di contenere i costi e di migliorare la qualità della vita.

Un principio che ormai da tempo ha fatto proprio Aisa Impianti che anche quest'anno si è fatta capofila dell'iniziativa che porta dentro al termovalorizzatore di San Zeno una lunga serie di appuntamenti e di eventi dedicati a chi vuole mettersi alla prova in questo ambito.

Dalle ricette del riciclo messe in pratica durante un cooking contest, fino ad arrivare a corsi di aggiornamento per professionisti, visite guidate all'impianto e momenti sportivi.

"Zero spreco si arricchisce con nuovi contributi nel campo della cucina con una gara dove sedici squadre delle scuole superiori si sono sfidate nella preparazione della miglior ricetta del riciclo - afferma Giacomo Cherici, presidente di Aisa Impianti - Questo è un ulteriore passo verso il concetto "Zero Spreco" importantissimo perché recuperando quello che di solito viene buttato, possono essere nutrite 700 milioni di persone che non hanno accesso al cibo. Sempre più uno "Zero Spreco" attento a tutti quelli che sono i piccoli comportamenti che nel quotidiano hanno un grandissimo effetto perché la riduzione dei rifiuti fa si che gli impianti come il nostro possano mettere a disposizione per più cittadini i propri spazi impiantistici abbattendo così costi industriali della lavorazione dei rifiuti. Meno rifiuti, più raccolte differenziate e il polmone dell'impianto ha possibilità di offrirsi ad un bacino sempre maggiore di cittadini".

Fino a domani l'impianto integrato di recupero di San Zeno ospiterà studenti, cittadini e professionisti per momenti di formazione, gare di cucina anti spreco, visite guidate nel cuore della centrale di recupero e molto altro.

Questa mattina circa trecento studenti delle superiori sono stati protagonisti indiscussi ed hanno avuto modo di confrontarsi con i tecnici di Aisa Impianti su argomenti a seconda dell'indirizzo scolastico delle scuole ospitate. Dalla chimica all'elettronica, dalla meccanica all'ingegneria, dagli aspetti legali a quelli ambientali. Una formazione a tutto tondo sia per le scuole tecniche sia per quelle umanistiche. Durante la mattinata aperta anche una gara di cucina guidata dallo Chef Shady. I ragazzi, divisi in squadre, si sono sfidati per creare piatti originali utilizzando ciò che normalmente viene scartato degli alimenti.

"La cosa più importante della giornata di oggi è stata la sensibilizzazione dei ragazzi dell'Alberghiero che hanno anticipato questa esperienza ai propri genitori a casa, ed oggi la trasmettono ai loro coetanei (i ragazzi di tutte le altre scuole del territorio di Arezzo) i quali, a loro volta, sensibilizzeranno i propri genitori - dichiara chef Shady - E' fondamentale insegnare a tutte le persone come si fa la spesa e come si utilizza il materiale che sembrerebbe da buttar via ma che può essere ancora adoperato (ad esempio lo yogurt che può essere usato anche un paio di giorni dopo la scadenza). Sono contento perché oggi i ragazzi hanno dimostrato la massima creatività: da alimenti basici hanno tirato fuori dei piatti fenomenali".

Una giuria ha premiato i piatti migliori consegnando dei buoni acquisti per libri.

"La partecipazione all'iniziativa - afferma Roberta Butelli, direttore delle risorse umane Giunti Editore - mi ha permesso di osservare come all'interno di un territorio si può fare cultura e come si possono aiutare i ragazzi a trovare una nuova modalità per farlo che è quella di utilizzare la propria capacità di organizzarsi, di fare gruppo, di condividere e di accettare una sfida in modo cooperativo ma anche competitivo".

Nel pomeriggio spazio alla formazione di settore con il convegno "L'importanza dello sport per la riduzione dell'entropia ambientale" per Ingegneri Professioni Sanitari, valido ai fini dell'ottenimento di crediti formativi. Tra i relatori, il nutrizionista Francesco Sonnati, che interverrà in merito all'alimentazione sportiva, il fisiatra Giacomo Nofri, che parlerà di recupero fisico nei traumi da attività sportiva, Giordano Franceschini, professore di Bioingegneria dell'Università di Perugia in tema di ingegneria biomedica nel settore sportivo e infine Stefano Saetta, professore di Impianti Industriali e Meccanici presso l'Università di Perugia, in merito di mobilità alternativa.

"Aisa Impianti è un'azienda particolarmente attiva nella promozione di eventi di carattere culturale rivolta a cittadini e tecnici - afferma Beatrice Benelli, presidente dell'ordine degli Ingegneri - Siamo favorevoli a sostenere tutte le iniziative che garantiscono formazione e informazione, sicuramente la formula adottata da Aisa impianti, che prevede seminario e visita guidata, contribuisce ad aumentare l'attenzione verso un settore di interesse sociale qual è quello ambientale. Come dimostra l'ampio riscontro di partecipazione tra i colleghi".

Domani invece porte aperte a tutti coloro che sono interessati al funzionamento della centrale di recupero R1 di San Zeno. Saranno infatti a disposizione il direttore generale Marzio Lasagni, il presidente Giacomo Cherici e Teodoro Manfreda, amministratore di Gestione Ambientale, per approfondire i temi dell'importanza della raccolta differenziata, del controllo qualità del servizio di igiene urbana e dello sviluppo impiantistico per il recupero di materia organica ed energia.

Domenica, appuntamento con la 5° Camminata della Valdichiana "Tutti a San Zeno", in collaborazione con l'Unione Polisportiva Policiano e Decathlon, con il patrocinio del Comune di Arezzo. La gara podistica con partenza alle ore 9 dall'impianto di San Zeno attraverserà la Valdichiana, con percorsi da 5 a 14 km. In palio gustosi prodotti tipici e premi offerti dallo sponsor Decathlon.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nulla si distrugge, nulla si butta, ma tutto si riutilizza: 300 studenti a scuola di Zero Spreco da Aisa

ArezzoNotizie è in caricamento