Attualità

Incendi boschivi: 11 episodi in Toscana in un mese. Ma ad Arezzo sale il livello di pericolosità potenziale

Ad alto rischio incendi ci sono i territori del Casentino e della Valtiberina. Codice rosso invece per Lucignano e Marciano della Chiana dove il livello di incendiabilità potenziale è oltre i limiti di guardia. La fotografia è quella che...

incendio 38

Ad alto rischio incendi ci sono i territori del Casentino e della Valtiberina. Codice rosso invece per Lucignano e Marciano della Chiana dove il livello di incendiabilità potenziale è oltre i limiti di guardia.

La fotografia è quella che immortala la giornata odierna per quello che concerne il rischio di incendi boschivi.

La Regione Toscana, in collaborazione con il Consorzio LaMMA e CNR Ibimet ha predisposto un sistema di previsione del rischio incendi boschivi sul territorio toscano che utilizza l'indice canadese FWI (Fire Weather Index) per determinare il livello di rischio di sviluppo e propagazione di incendio sul territorio regionale.

Le previsioni stilate rappresentano una realtà variegata che passa da comuni con classi di rischio basse fino ad arrivare a toccare vette allarmanti.

Sulla stessa falsa riga poi stilate anche delle previsioni territoriali riguardanti la pericolosità potenziale, ovvero il comportamento del fuoco e le zone dove i danni provocati potrebbero essere maggiori in base al livello di siccità, di presenza di vento e di altri agenti che alimenterebbero le fiamme consentendone la propagazione.

Uno scenario che non è destinato a migliorare nelle ore successive. Per la giornata di domani infatti la provincia si tinge di ben altri colori. L'indice di incendiabilità potenziale aumenta e si propaga in maniera uniforme alla quasi totalità del territorio provinciale. Codice rosso per i comuni di Terranuova Bracciolini e San Giovanni Valdarno.

Non migliora neppure il livello di pericolosità potenziale che vede Valdarno e Valdichiana con vette di rischio molto alto, Arezzo, Valtiberina e basso Casentino in codice arancione. Unica eccezione la parte più alta del Casentino dove la pericolosità è moderata.

Dunque un livello di allerta costante che fortunatamente cozza con gli episodi che, dall'inizio dell'estate ad oggi si sono registrati nel territorio aretino. Gli incendi boschivi infatti, complice un'estate decisamente meno torrida di quella precedente, sono stati ben più contenuti.

Nel mese di giugno la Toscana è stata interessata da 11 incendi boschivi che si sono sviluppati su meno di 3 ettari di superficie: un numero decisamente inferiore all'andamento medio degli ultimi 5 anni, durante i quali nello stesso mese gli incendi erano stati una trentina.

In questi trenta giorni tutte le province (tranne Firenze e Siena) sono state interessate da almeno un evento, ma si è trattato sempre di incendi chiusi nelle primissime fasi di intervento. L'organizzazione regionale AIB è stata chiamata ad intervenire su venti incendi che hanno interessato aree non boscate, sulle quali ha competenza diretta il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. 28 le false segnalazioni gestite nello stesso periodo dalla Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Toscana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi: 11 episodi in Toscana in un mese. Ma ad Arezzo sale il livello di pericolosità potenziale

ArezzoNotizie è in caricamento