Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Green, con scuole più sicure e viabilità snella: ecco l'Arezzo del futuro. 30 milioni per decine di cantieri

Una città irriconoscibile, nuova, diversa. Ospitale ma allo stesso tempo accogliente, con strutture più moderne e con scuole più sicure. Così sarà, secondo l'amministrazione Ghinelli, l'Arezzo del 2020. E' stato all'interno del teatro vasarina...

ghinelli-gamurrini-cantiere-fiorentina

Una città irriconoscibile, nuova, diversa. Ospitale ma allo stesso tempo accogliente, con strutture più moderne e con scuole più sicure.

Così sarà, secondo l'amministrazione Ghinelli, l'Arezzo del 2020.

E' stato all'interno del teatro vasarina di piazza del Praticino che il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Gianfrancesco Gamurrini ha presentato la lunga serie di interventi che riguarderanno il territorio comunale.

Con un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro, la città dei grandi nei prossimi anni cambierà completamente volto.

"Il simbolo di questo processo di trasformazione - ha sottolineato il sindaco Alessandro Ghinelli - sarà piazza della stazione, ovvero piazza della Repubblica. Questo spazio sarà completamente stravolto. L'area infatti diventerà pedonale (solo disabili e taxi avranno consentito l'accesso per il mero carico e scarico) e qui vi sarà collocato l'obelisco di Mazzini che adesso trova casa in piazza del Popolo. Sarà una piazza green, dedicata completamente ai pedoni e agli aretini".

Dal punto di vista invece degli interventi infrastrutturali tre le opere più importanti: realizzazione della tangenziale da viale Santa Margherita a Buonconte da Montefeltro, raddoppio del sottopasso di via Baldaccio ed eliminazione dell'incrocio di via Fiorentina.

"Alcuni dei progetti che abbiamo presentato - spiega il vicesindaco Gamurrini - sono compresi nel progetto 'Riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie della città di Arezzo'. Con i contributi di questo bando per le periferie a breve verranno avviati i cantieri per il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio d'Anghiari, il restyling dei giardini del Porcinai, la realizzazione di una nuova area verde in via don Minzoni e della rotatoria di via Fiorentina. Per vari interventi di riqualificazione nelle zone Saione, San Donato, Pescaiola e anche nei parchi di via Arno, Ducci, Foro Boario e Pionta. Oltre a lavori di risistemazione e messa in sicurezza delle scuole. A questi si aggiungono diversi progetti finanziati o cofinanziati dal Comune quali la realizzazione delle rotatorie di Chiani, la riqualificazione dell'area dell'ex mercato ortofrutticolo e delle ex scuole Chiarini in via Pellicceria, il prolungamento della tangenziale e i lavori che daranno nuova vita a piazza della Repubblica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green, con scuole più sicure e viabilità snella: ecco l'Arezzo del futuro. 30 milioni per decine di cantieri

ArezzoNotizie è in caricamento