menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Italo Farnetani, Claudio Peruzzi, Alessio Mazzeschi Sandro Sarri, Maria Cristina Gallorini Farnetani.

Da sinistra: Italo Farnetani, Claudio Peruzzi, Alessio Mazzeschi Sandro Sarri, Maria Cristina Gallorini Farnetani.

Un rientro a scuola in dolcezza per i bimbi di Casa Thevenin

Nella serata di ieri si è svolta una piccola festa all'interno della struttura di via Sasso Verde ad Arezzo

Una piccola ma dolcissima festa per celebrare il rientro a scuola dei piccoli di Casa Thevenin. È stato grazie alla generosità di Alessio Mazzeschi, titolare della pasticceria San Clemente di Arezzo, che ieri sera i bambini ospiti della struttura di via Sasso Verde, hanno potuto celebrare al meglio l'atteso ritorno sui banchi con pasticcini e dolci. Una sorpresa che ha chiuso in bellezza la serata, organizzata dalla sezione aretina del Sovrano Ordine di Malta, realtà da sempre particolarmente attiva in favore di Casa Thevenin.

"Per noi questo è un momento importante - ha dichiarato il presidente di CasaThevenin, Sandro Sarriabbiamo sempre voluto creare uno spirito di famiglia, per cui i momenti importanti, come oggi, per la ripresa delle lezioni, vanno ricordati e festeggiati come fanno i genitori, perché i bambini di Casa Thevenin per noi sono tutti figli unici. Ringrazio i benefattori della pasticceria San Clemente e ricordo che, nell’anno appena concluso, hanno donato al Thevenin, complessivamente 2.500 paste, sempre molto gradite ai nostri bambini che hanno portato loro allegria anche nei momenti più difficili dei mesi scorsi. Molto importante anche il contributo della sezione aretina dell’Ordine di Malta la cui presenza continuativa ha rappresentato un punto di riferimenti per gli ospiti del Thevenin. Fra i tanti aiuti e le varie iniziative che hanno condotto, nel corso del 2020, mi fa piacere segnalare che hanno organizzato, in media una volta al mese, una festa per i bambini preparato seicento pasti, donato centotrenta chili di cioccolato, cinquanta  chili di marmellata, cinquanta dolci pasquali e mille succhi di frutta”.

L’Ordine di Malta era rappresentato da Italo Farnetani, Maria Cristina Gallorini Farnetani e Claudio Peruzzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento