Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

E45, l'odissea degli studenti romagnoli che studiano nell'Aretino. Baccini: "Lezioni via Skype e convitto a nostre spese". Appello a Di Maio

Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, in un post scritto sulla pagina Facebook del Comune, sottolinea i timori del sistema delle imprese e spiega gli interventi per agevolare gli studenti in difficoltà.

Dopo l'incontro con il ministro Toninelli, ecco l'appello al vice premier Luigi Di Maio. I sindaci della Valsavignone e dell'area romagnola avevano già scritto a Luigi Di Maio segnalando le preoccupazioni per le ricadute negative previste a livello economico e sociale e anche per sollecitarlo ad intervenire urgentemente sulla questione.

Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, in un post scritto sulla pagina Facebook del Comune, sottolinea i timori del sistema delle imprese. "Abbiamo chiesto un incontro urgente, al fine di valutare la messa in campo di interventi immediati, necessari e idonei a dare risposta alle gravissime conseguenze che tale situazione sta causando per il sistema socio-economico del nostro territorio. Da una prima stima, si registra un calo di fatturato medio già in questi giorni tra il 35-45% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Nell'attesa di poter affrontare anche questo tema con il Governo, rimaniamo tutti ad aspettare fiduciosi che la Magistratura si pronunci sulla Relazione di ANAS".

Da oggi gli studenti che da Bagno di Romagna dovevano arrivare nell'Aretino hanno iniziato le lezioni a distanza.  "L'organizzazione delle stesse è stata possibile attraverso la proficua collaborazione tra il nostro Ente comunale, il nostro Istituto scolastico Manara Valgimigli e i due Istituti Giovagnoli e Buitoni di Sansepolcro, l'Auser". Lezioni in diretta su Skype  per 12 adolescenti (4 iscritti al Liceo Artistico "Giovagnoli",8 dell'Istituto Professionale "Buitoni"), ai quali se ne aggiungeranno la prossima settimana altri 5 dell'Istituto "Fanfani-Camaiti".

Ci sono poi 9 studenti che in questa fase di emergenza si sono "trasferiti" a Pieve Santo Stefano: "frequentano Istituti professionali e non possono rinunciare ai laboratori, per questo - spiega Baccini - abbiamo attivato un'accoglienza straordinaria presso i convitti convenzionati con gli Istituti stessi ad un costo di € 155,00 mensili, che sosterrà integralmente il Comune di Bagno di Romagna. Intanto, mi sono anche attivato per riconoscere a tutti gli studenti il costo mensile dell'abbonamento scolastico, partendo dall'ammontare di una mensilità, in attesa di capire come evolve la chiusura della E45 e quindi se si possa tornare ad una situazione di normalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45, l'odissea degli studenti romagnoli che studiano nell'Aretino. Baccini: "Lezioni via Skype e convitto a nostre spese". Appello a Di Maio

ArezzoNotizie è in caricamento