La pandemia

LIVE | Draghi: "La scuola resta aperta, è una priorità. Scenario diverso dal 2020 grazie ai vaccini"

Da oggi ad esempio si allargano le tipologie di esercizi e attività per le quali è ammesso solo ed esclusivamente in green pass rafforzato. E' il giorno cruciale della riapertura delle scuole

Soprattutto scuola e vaccinazioni, indicate come priorità. Questi i due temi, spesso intrecciati che Mario Draghi ha affrontato oggi nell'attesa conferenza stampa che si è tenuta da Palazzo Chigi. In sala anche il ministro della salute Roberto Speranza e dell'istruzione Patrizio Bianchi. L'inizio, previsto per le 18.00, è slittato di venti minuti. L'obiettivo posto è stato quello di correggere il tiro sulla comunicazione sulle nuove regole per contrastare la diffusione del contagio da Covid e in particolare della contagiosissima variante Omicron. 

Gli ultimi decreti entrati in vigore hanno sovrapposto misure, regole, date e modifiche che in alcuni casi, come ad esempio quello della scuola sono anche di difficile applicazione. Da oggi ad esempio si allargano le tipologie di esercizi e attività per le quali è ammesso solo ed esclusivamente in green pass rafforzato. 

Live

Ore 18,20, inizia la conferenza stampa di Mario Draghi: "Oggi è il primo giorno di scuola e lo possiamo affrontare diversamente grazie alla vaccinazione e non dobbiamo dimenticare che molti dei problemi che abbiamo oggi dipendono dai non vaccinati che possono sviluppare le forme più gravi della malattia, L'obiettivo di questa conferenzta stampa - ha detto Draghi - è anche quello di rinnovare l'appello alla vaccinazione, anche con le terze dosi. Le nostre scuole hanno riaperto a metà aprile l'anno scorso, e hanno riaperto oggi dopo il Natale come i grandi paesi europei dove c'è una crisi panemidica simile alla nostra. Noi siamo stati i primi a introdure gradatamente l'obbligo vaccinale, la circolazione del virus mette sotto pressione i nostri ospedali soprattutto per gli effetti che ha sulla popolazione non vaccinata. La settimana scorsa abbiamo regolato lo smart working, abbiamo previsto l'obblico vaccinale per chi ha più di 50 anni, lo abbiamo fatto sulla base dei dati perchè chi ha più di 50 anni corre più rischi."

Poi passando alle domande Draghi specifica: "non risponderò a quesiti su scenari futuri legati al Quirinale".

Sul perché non ha ritenuto necessario ritardare l'apertura delle scuole Draghi ha risposto: "Il Governo ha la priorità che la scuola stia aperta, basta guardare le disuguaglianze che si sono verificate con la Dad, che si rifelttono su tutta la loro vita lavorativa, ci sono stime anche di perdita di reddito di chi è stato costretto ad avere un grado di istruzione inferiore, poi ci sono considerazioni di ordine pratico: non andare a scuola e poi andare in pizzeria e a fare sport di gruppo? Non ha senso. Chiudiamo la scuola prima di chiudere il resto? Non ha senso. Dobbiamo respingere un ricorso generalizzaato alla Dad, anche se siamo consapevoli che il numero di lcassi in quarantena aumenterà."

Sul tema ha risposto anche il ministro all'istruzione Bianchi: "Vi porto dei numeri per capire meglio - ha detto - lo 0,72% dei docenti sono sospesi, quindi quasi tutti sono vaccinati e hanno dimostrato grande responsabilità, i docenti assenti perché positivi o in quarantena sono un 6%, gli studenti positivi il 2,2% e in quarantena il 2,3%. Stiamo controllando le situazioni perché abbiamo operato con attenzione in tutto questo periodo."

Rispondendo ad altri giornalisti Draghi ha aggiunto: "il quadro che si sta costruendo è diverso rispetto a quando c'era la fase più grave, quindi dobbiamo colpire il virus con la vaccinazione, gli hub saranno aperti anche di notte, nello stesso tempo, dobbiamo cercare di fare non come l'anno precedente tenendo tutto chiuso. Ritornando alla scuola ci sono stati 65 giorni di scuola regolare persa in media per Covid, rispetto a chi è andato a scuola molto di più, vogliamo che l'Italia resti aperta, con attività economiche che vanno avanti, con prudenza, rispetto delle regole, vaccinazione e molta fiducia che si possa uscire da questa situaizone, in tutto questo è essenziale essere uniti."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LIVE | Draghi: "La scuola resta aperta, è una priorità. Scenario diverso dal 2020 grazie ai vaccini"
ArezzoNotizie è in caricamento