rotate-mobile
Attualità

Studenti del Colonna in cammino sulla via di Francesco

Un gruppo di umani sperimenta l'essere in cammino. Camminare è uno dei modi di seguire il proprio cammino.

Due giorni sulla via di Francesco, nel sentiero tra due luoghi sacri: la Verna e Cerbaiolo. Una classe, la 2M Linguistico GCE, che sperimenta il metodo Rondine centrato sulla relazione e la risoluzione dei conflitti. Il loro tutor, i loro insegnanti che accettano di mettersi in gioco.  Un gruppo di umani che sperimenta l'essere in cammino. Camminare è uno dei modi di seguire il proprio cammino.

"Nasciamo come creature nomadi: quando ci fermiamo troppo a lungo, il corpo  chiede di alzarsi, i piedi di avere terra sotto le suole: anche se non lo sappiamo ci muove  l'inquietudine degli esploratori che desiderano spazio da attraversare, terre nuove da scoprire. Il cammino può aprirsi dall'altra parte del mare, in cima a montagne difficili ma anche dietro casa, in un altrove domestico visto magari mille volte dai finestrini dell'auto. Camminando scopriamo chi siamo: conosciamo la fatica, la frustrazione, la sete, la bellezza inaspettata, il dolore alle gambe e la testa leggera. Come ogni singola parte di un cristallo ne contiene la forma completa, sperimentiamo tutti gli aspetti della vita nella sua complessità nello specchio di due giorni in cammino. Camminando conosciamo gli altri e la nostra relazione con loro. Qualcuno sarà in fondo al gruppo e altri in cima. Ci saranno lamenti e risate, esitazioni e scoperte. Come reagiremo?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti del Colonna in cammino sulla via di Francesco

ArezzoNotizie è in caricamento