Attualità

Ad Arezzo il Treno Verde di Legambiente. C'è anche la carrozza della gomma riciclata

Mobilità a zero emissioni: è una delle sfide rappresentate dal convoglio che sarà ad Arezzo dal 10 al 12 marzo. Intanto un nuovo asfalto fonoassorbente verrà steso proprio in questi giorni sulla regionale 71

Come può un pneumatico a fine vita combattere il cambiamento climatico, limitare l’utilizzo delle risorse fossili e di energia e contribuire a rendere più sostenibili e “smart” le nostre città? Dal 10 al 12 marzo, al binario 1 della Stazione Centrale di Arezzo, adulti e bambini troveranno una risposta a questa domanda visitando la carrozza allestita da Ecopneus all’interno del TrenoVerde, la storica campagna itinerante di Legambiente e Ferrovie dello Stato di cui Ecopneus è partner principale, quest’anno dedicata a una grande sfida globale: uscire dall’era delle fonti fossili e fermare i mutamenti climatici.

La terza carrozza del convoglio è tutta dedicata alla filiera del recupero e riciclo dei Pneumatici Fuori Uso (i PFU) di Ecopneus. La gomma di cui è costituito un pneumatico è infatti un materiale di eccezionale qualità utilizzato per realizzare asfalti “silenziosi” sicuri e duraturi, campi da calcio, superfici sportive polivalenti, isolanti acustici, oggetti dell’arredo urbano, energia e molto altro ancora.

Carrozza gomma riciclata 2-2Proprio in questi giorni sono inoltre iniziati nel Comune di Arezzo i lavori di asfaltatura sulla SRT 71 “Umbro Casentinese” utilizzando un asfalto fonoassorbente realizzato grazie all’impiego di gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso e fresato d’asfalto. Questo innovativo asfalto è stato messo a punto all’interno del progetto LIFE Nereide, cofinanziato dalla Comunità Europea, di cui Ecopneus è tra i partner insieme alla Regione Toscana, Università di Pisa, ARPA Toscana, BRRC e Istituto di Acustica e Sensoristica Orso Maria Corbino. Grazie a questa tecnologia è previsto una netta riduzione del rumore generato dal passaggio delle auto con benefici per tutti gli abitanti esposti, una riduzione delle emissioni in atmosfera di cantiere grazie alle minori temperature di produzione e stesa e un aumento della sicurezza, grazie alla migliore aderenza e drenaggio dell’acqua. Altri tratti saranno realizzati anche nel Comune di Castiglion Fiorentino.

All’interno della carrozza Ecopneus sul TrenoVerde i visitatori troveranno una confortevole pavimentazione realizzata con oltre 1.000 kg di gomma riciclata sagomata e colorata per ricrearne alcune delle sue principali applicazioni, come ad esempio campi da tennis, piste ciclabili e per l’atletica. Illustrazioni, giochi e installazioni condurranno grandi e piccoli attraverso un percorso educativo per toccare con mano l’importanza di un corretto riciclo dei PFU e le molteplici applicazioni della gomma riciclata.

Carrozza gomma riciclata TrenoVerde-2“Partecipare al viaggio del TrenoVerde – per Ecopneus è il terzo anno consecutivo – è un’ottima occasione per mostrare ai tanti studenti e cittadini coinvolti il valore e l’importanza del riciclo dei PFU, attraverso i tanti campi di applicazione di questo straordinario materiale: dalle mattonelle antitrauma delle aree giochi per i più piccini alle strade, dai campi da basket e pallavolo delle palestre scolastiche ai dissuasori di sosta, dalle panchine e le fioriere fino agli isolanti per l’industria edile” ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus. “Dedichiamo molta attenzione all’educazione, perché la cultura della tutela dell’ambiente deve essere un valore centrale specialmente per le nuove generazioni, i cittadini adulti di domani”.

Nel 2018 Ecopneus ha raccolto e gestito in Toscana 13.352 tonnellate di PFU. A livello provinciale, 3.504 tonnellate sono state raccolte nella Provincia di Firenze, 1.606 in quella di Arezzo, 1.605 a Siena, 1.454 a Pistoia, 1.127 a Grosseto, 939 nella Provincia di Lucca, 889 a Livorno, 887 a Massa-Carrara, 776 a Prato, 565 tonnellate nella Provincia di Pisa.

Cittadini e studenti potranno salire a bordo del Treno Verde fermo in stazione ad Arezzo per visitare la mostra didattica e interattiva, allestita all’interno delle quattro carrozze, che permetterà di toccare con mano le sfide che abbiamo di fronte, per segnare la fine dell’era delle fonti fossili a partire proprio da una mobilità a zero emissioni.

Il programma di Arezzo del Treno Verde

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Arezzo il Treno Verde di Legambiente. C'è anche la carrozza della gomma riciclata

ArezzoNotizie è in caricamento