menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilità in Valdarno: quando è necessario rifare la tessera di riconoscimento e come richiederla

La tessera dev’essere fatta da tutti coloro che intendono sottoscrivere un abbonamento, anche se ne hanno già una di tipo extraurbano in corso di validità

Per la sottiscrizione degli abbonamenti della Mobilità in Valdarno (Miv) occorre essere in possesso di una tessera di riconoscimento. La tessera dovrà essere fatta anche da chi è già in possesso di una di tipo extraurbano ancora valida, questo perché la Mobilità in Valdarno  ha una tariffa di tipo urbano e, a differenza degli abbonamenti extraurbani in cui vi sono indicate località di origine/destinazione ed il prezzo è a fascia chilometrica, l’abbonamento miv urbano riporta solo il nome della rete urbana ed ha un prezzo fisso per tipologia.

Tale sistema offre a tutti la possibilità di utilizzare l’intera rete Miv con una tariffa fissa e quindi di accedere a un sistema più conveniente da un punto di vista economico e più semplice da comprendere.

Per gli abbonati che invece continueranno ad usare linee extraurbane (quindi non MIV) con sistema tariffario a fascia chilometrica il cambiamento di tessera non è necessario.

Ma perché è necessaria la tessera di riconoscimento?

È necessaria perché consente di definire il profilo tariffario a cui ha diritto l’utente, ovvero: ordinario, studente, pegaso (tariffa integrata bus extraurbano/treno), agevolato LR 100/98.

Non tutte le tipologie di abbonamenti disponibili sono infatti acquistabili indifferentemente da tutti gli utenti e l’abbonamento varia in funzione delle caratteristiche di chi lo sottoscrive. La tessera di riconoscimento definisce proprio tali caratteristiche ed è indispensabile per accedere ad abbonamenti specifici.

Il documento riporta foto, dati anagrafici dell’utente e un codice numerico; quest’ultimo viene obbligatoriamente riportato sull’abbonamento acquistato dall’utente in quanto tutti gli abbonamenti sono personali e non al portatore. Il numero della tessera riportato sull’abbonamento vincola univocamente quest’ultimo a quella tessera e a quell’utente.

La tessera di riconoscimento riporta un percorso origine / destinazione (tipo extraurbano) oppure una rete urbana (tipo urbano); questi ultimi rappresentano gli ambiti entro i quali l’utente può utilizzare il servizio di Trasporto Pubblico Locale e deve esserci univocità tra tessera e abbonamento per non incorrere in sanzioni.

La tessera di riconoscimento ha un costo di € 6,00 e una durata di tre anni, è dunque da rinnovare con tale periodicità; è fatto obbligo cambiarla nel caso in cui l’utente utilizzi i servizi in un percorso diverso da quello riportato sulla tessera. Per richiedere la tessera è sufficiente rivolgersi alle principali biglietterie MIV o all’autostazione di Terranuova Bracciolini. Sul sito ww.mi-v.it tutti i riferimenti riguardo le biglietterie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento