Montevarchi

Nuova concessione per la gestione del servizio idrico. Dall'opposizione la richiesta: "Un consiglio comunale aperto"

La richiesta arriva direttamente da Fabio Camiciottoli, Paolo Antonio Ricci, Elisa Bertini, Francesca Neri, Francesco Maria Grasso, Carlo Norci

Sono i consiglieri di opposizione a richiedere un consiglio comunale aperto sui temi utili a consentire "la definizione delle azioni, politiche ed amministrative, che il sindaco dovrà tenere nell’assemblea dell’Ato".

La richiesta arriva direttamente da Fabio Camiciottoli, Paolo Antonio Ricci (Avanti Montevarchi) - Elisa Bertini, Francesca Neri (Partito Democratico) - Francesco Maria Grasso (Montevarchi Democratica) - Carlo Norci (Movimento 5 Stelle) che specificiano:

"Appreso che per il prossimo 4 dicembre è stata convocata la conferenza territoriale Ato 3 Medio Valdarno per discutere tra le altre cose di una nuova concessione per la gestione del servizio idrico integrato, in previsione della scadenza al 2021 della gestione di Publiacqua Spa.

Ribadita la necessità che da parte dell’amministrazione vi sia un monitoraggio costante sulle tariffe applicate e sugli investimenti programmati al fine di verificare il corretto rispetto del crono programma degli investimenti a fronte delle tariffe applicate.   

Ritenuto opportuno ed amministrativamente corretto che la concessione scada al termine naturale, che non vi siano proroghe e che venga effettuata una corretta e puntuale verifica sugli investimenti fatti dal gestore.

Ricordato che questo consiglio comunale in data 22 febbraio aveva approvato una mozione che impegnava il Sindaco e la giunta “a sottoporre alla discussione e all’approvazione del consiglio comunale , con eventuali sedute aperte ai cittadini, gli atti relativi a variazioni o decisioni future sulla gestione del servizio idrico integrato nell’ATO3 Medio Valdarno. Per queste ragione chiediamo al presidente del consiglio comunale e al sindaco di Montevarchi ai sensi del comma 2 dell’articolo 51 del vigente Statuto Comunale, la Convocazione di uno specifico consiglio comunale aperto ad interventi dell’esterno da tenersi in tempo utile per consentire la definizione delle azioni, politiche ed amministrative, che il Sindaco dovrà tenere nell’assemblea dell’ATO. Chiediamo altresì che, in tempo utile per il Consiglio Comunale richiesto, siano messi a disposizione gli atti della prossima riunione della Conferenza Territoriale ATO3 Medio Valdarno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova concessione per la gestione del servizio idrico. Dall'opposizione la richiesta: "Un consiglio comunale aperto"

ArezzoNotizie è in caricamento