Martedì, 22 Giugno 2021
Montevarchi

"Mi sono perso, non so dove è la mia auto e come chiamare mio figlio", anziano soccorso dai carabinieri

Brutta avventura per un 82enne che, confuso, era in difficoltà. Fortunatamente ha bussato alla porta della caserma dei carabinieri, che lo hanno accolto e lo hanno aiutato a rintracciare il figlio

Foto d'archivio

Mi sono perso”, ha confessato al militare di servizio alla caserma di Montevarchi, dopo aver suonato al campanello della Stazione dei Carabinieri. Il Comandante di Stazione e gli altri militari, dopo aver rassicurato l'anziano e averlo fatto accomodare in caserma, hanno cercato di capire di più su quella richiesta d'aiuto.

L’anziano, nato nel 1938 e residente in un paese limitrofo, era confuso, sicuramente impaurito, e ha chiesto ai militari una mano per ritrovare la strada di casa. L'82enne ha raccontato di essere giunto nella mattinata Montevarchi per delle commissioni e di aver parcheggiato il proprio veicolo ma, ad un centro punto non è riuscito a ritrovare il proprio veicolo e non ricordava come contattare i propri familiari. Fortunatamente però ha pensato di chiedere dove si trovava la caserma dei carabinieri e di bussare alla loro porta.

 Ai militari non è riuscito nemmeno a fornire indicazioni utili per trovare i familiari ma, grazie ai dati riportati sulla patente dell’uomo, i Carabinieri sono riusciti a rintracciare il nominativo del figlio ed a reperirne l’utenza telefonica. L'uomo è accorso al  Comando Stazione dove ha riabbracciato l’anziano padre, che non soffre di particolari patologie e che per la prima volta si è trovato in questa situazione.

Padre e figlio hanno cercato il veicolo, che era stato regolarmente parcheggiato in città. Poi se ne sono andati, non senza aver prima ringraziato i militari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi sono perso, non so dove è la mia auto e come chiamare mio figlio", anziano soccorso dai carabinieri

ArezzoNotizie è in caricamento