menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente burqa e stop all'accattonaggio davanti ai supermercati. La Lega presenta due mozioni

La prima mozione è stata presentata dal capogruppo Nicola Mattoni, mentre la seconda è stata presentata da Luca Ghezzi, consigliere comunale e commissario della sezione Lega Cortona

Durante il consiglio comunale di Cortona sono state presentate due mozioni da parte del gruppo consiliare della Lega: una sull’accattonaggio molesto davanti ai supermercati ed un'altra sul divieto di indossare nei luoghi pubblici qualunque indumento che copra integralmente il volto, compresi burqa o casco integrale.

"Mozioni che - spiegano dalla sezione della Valdichiana - si legano ad un progetto più ampio sulla sicurezza, il decoro urbano e la convivenza civile, tema portante del programma del Carroccio, per rispondere ad una esigenza sempre più incalzante tra la popolazione di questo comune".

La prima mozione è stata presentata dal capogruppo Nicola Mattoni, mentre la seconda è stata presentata da Luca Ghezzi, consigliere comunale e commissario della sezione Lega Cortona. 

“L’approvazione di queste mozioni - afferma Mattoni - è molto importante per noi, perché rappresentano i cardini del nostro pensiero, in primis la sicurezza fuori e dentro i luoghi pubblici”. 

“Con una mozione abbiamo chiesto al sindaco di adottare quanto necessario per imporre il divieto di indossare nei locali pubblici di Cortona burqa, niqab, passamontagna, caschi integrali o qualunque altro indumento od oggetto che copra integralmente il viso. E’ una questione di buon senso dopo i fatti che hanno sconvolto l’Europa - dichiara Luca Ghezzi, commissario della Lega Cortona Valdichiana - Non si devono consentire pratiche religiose o tribali antitetiche con la nostra cultura che possano mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Inoltre seppellire le donne dentro un burqa, come forma di orrenda sottomissione, non è accettabile e contrasta con i diritti fondamentali quali la parità tra uomo e donna. In Belgio, Svizzera, Germania, Francia e in Olanda già è in vigore il divieto di indossare veli integrali in uffici pubblici”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento