CasentinoNotizie

Ufficio di prossimità all'interno dell'Unione dei Comuni del Casentino: c'è il protocollo d'intesa

Firmato questa mattina il Protocollo d’Intesa, si va verso l’apertura dell’ufficio di prossimità dentro l’Unione dei Comuni Montani del Casentino

Lo sportello, che sarà attivato a breve grazie alla firma del protocollo d’ontesa, è il quindicesimo in Toscana e il primo insieme a quello di Sansepolcro nella provincia di Arezzo, e garantirà consulenza e servizi gratuiti nell’ambito della volontaria giurisdizione.

I casentinesi non saranno più obbligati a rivolgersi ad un legale e a recarsi al tribunale di Arezzo, ma potranno appoggiarsi all’Unione dei Comuni che grazie al personale specializzato e ad un software per l’invio pratiche, sarà collegato direttamente al tribunale stesso, accorciando così i tempi burocratici e riducendo le difficoltà degli spostamenti.

Presenti per la firma del documento questa mattina nella sede dell’ente, il presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, l’assessore alla presidenza della Toscana, la presidente della Corte di Appello di Firenze Margherita Cassano, la presidente del tribunale di Arezzo Clelia Galantino e il presidente dell’ordine degli avvocati di Arezzo Enrico Burali.

Il protocollo darà il via all’iter di formazione del personale e all’attivazione dei collegamenti software per il trasferimento delle pratiche direttamente in tribunale. Terminato questo step l’ufficio verrà ufficialmente aperto e nello specifico consentirà ai cittadini di richiedere un’autorizzazione al giudice tutelare o un’autorizzazione al rilascio di documenti validi per l’espatrio, di inoltrare le pratiche per l’amministrazione di sostegno, di richiedere la nomina di un curatore speciale e di inoltrare la richiesta per gli affidi dei minori, di avere consulenza e supporto sugli istituti di protezione giuridica e di ottenere assistenza per altri servizi di volontaria giurisdizione che non richiedono l’ausilio di un avvocato.

Tutti coloro che necessiteranno di amministratori di sostegno, tutele, curatele o che dovranno comunque affrontare procedimenti dove le parti stanno in giudizio senza l'ausilio di un legale, potranno quindi risolvere le pratiche nell’ufficio di Poppi senza più essere obbligati ad andare ad Arezzo, dove da qualche anno è stato trasferito l’ufficio del Giudice di Pace. Il Casentino è il primo territorio di tutta la provincia di Arezzo, insieme alla Valtiberina, ad attivare il servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ufficio inizialmente sarà sperimentale e avrà durata biennale con la possibilità poi di una successiva proroga. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento