Poppi

Migranti nelle case sfitte a Poppi: prime adesioni. Arriva il servizio tv di Agorà

Il caso dei migranti nelle case sfitte di Poppi approda anche in Rai. Nella puntata di giovedì 20 agosto è andato in onda il servizio di Edoardo De Lorenzo dal titolo "Begoglio e pregiudizio", che ha ricostruito le tappe della vicenda. Partendo...

Il caso dei migranti nelle case sfitte di Poppi approda anche in Rai. Nella puntata di giovedì 20 agosto è andato in onda il servizio di Edoardo De Lorenzo dal titolo "Begoglio e pregiudizio", che ha ricostruito le tappe della vicenda. Partendo dal post del Comune di Poppi dell'11 agosto, che così recitava: "Il Comune chiede ai propri cittadini la disponibilità di alloggi privati da destinare ai migranti stessi, previa stipula di un accordo economico tra le parti. Per informazioni rivolgersi al sindaco". La pubblicazione si chiudeva con il numero del cellulare del sindaco Carlo Toni. La reazione alla proposta - sul social - è diventata una bufera. Molte le risposte negative, dai toni coloriti che viravano sull'offesa personale nei confronti del primo cittadino. Alcuni utenti, pochi, hanno invece espresso un giudizio positivo sulla proposta.

Nel servizio di Agorà, il sindaco ha poi spiegato che alle prime adesioni via social, ne sono seguite di concrete, con alcuni cittadini del centro storico che si sono mossi per offrire la propria abitazione ai migranti.

Il servizio, della durata di neanche tre minuti, non è piaciuto all'opposizione di Poppi Libera che ha annunciato una lettera ad Agorà: "La lista civica ha immediatamente rivolto un comunicato alla redazione, con ciò si è inteso ribadire tutte le critiche all'iniziativa del sindaco.

L'invito rivolto ad Agorà è stato quindi di ritornare a parlare di Poppi nell'occasione di una puntata in cui altro sia l'argomento di discussione, magari la promozione turistica".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti nelle case sfitte a Poppi: prime adesioni. Arriva il servizio tv di Agorà
ArezzoNotizie è in caricamento