rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022

L'Arezzo gioca a Scandicci, Sussi annuncia il turn over: "Adesso ci serve continuità"

Domani turno infrasettimanale di campionato, probabile debutto per Frosali in difesa. Strambelli ko, si profila la prima da titolare per Cutolo. Torna Mancino dopo la squalifica. L'allenatore: "Cuore e voglia di vincere, ai ragazzi ho chiesto questo"

Andrea Sussi vuole continuità. La vittoria contro la Pro Livorno ha smorzato un po' il clima pesante intorno alla squadra, ma senza un filotto di risultati sarà impossibile ricreare fiducia e migliorare la classifica. I nuovi innesti dal mercato hanno portato una scossa positiva e la speranza è che anche Frosali, atteso al debutto domani, possa dare una botta di adrenalina a un reparto finora troppo fragile.

A Scandicci, nel turno infrasettimanale, l'Arezzo farà un po' di turn over. In difesa, oltre al centrale ex Poggibonsi, potrebbe toccare anche all'under Mastino, mentre dalla cintola in su Sussi avrà per la prima volta a disposizione Mancino, che ha scontato le due giornate di squalifica.

“E' un under che sembra un over, posso utilizzarlo sia da mezz'ala che da esterno d'attacco” ha detto in conferenza stampa l'allenatore, che scioglierà gli ultimi dubbi soltanto a ridosso del match.

“Qualche rotazione ci sarà – ha aggiunto – e tutti devono capire che possono essere decisivi sia giocando dall'inizio che subentrando. Anche pochi minuti possono bastare per spostare gli equilibri”. Con Strambelli di nuovo ai box per il problema muscolare accusato domenica, sarà quasi certamente Cutolo a prenderne il posto. E non sarà una presenza banale quella del numero 10, alla prima da titolare in stagione.

Per il resto ci sono ballottaggi aperti in mezzo al campo, dove Pisanu e Sicurella sono alternative di livello a Pizzutelli e Marchi e dove gli under Tordella e Marras si contendono l'altro posto da mezz'ala.
In attacco, oltre a Cutolo, toccherà di nuovo a Calderini e Foggia, sul quale Sussi ha speso parole di sostegno: “E' sotto esame lui come lo siamo tutti. Non segna da un po', è vero, però lavora molto per la squadra, riesce a pulire palloni importanti e ci dà una mano. Per un attaccante il gol è fondamentale, sta a lui cercarlo con convinzione ma senza assilli”.

Di fronte ci sarà uno Scandicci armato di un battagliero 352, reduce da due sconfitte di fila e che medita il colpo grosso per rilanciarsi in classifica. Il meteo prevede acquazzone con conseguente campo pesante, il che favorirà una partita da battaglia, da interpretare più di spada che di fioretto. Cosa che Sussi ha ripetuto pure oggi: “In questo campionato servono il cuore, la voglia di vincere gli uno contro uno e di arrivare per primi sulle seconde palle. Poi viene il resto. Ed è quello che ho chiesto ai ragazzi”.

Video popolari

L'Arezzo gioca a Scandicci, Sussi annuncia il turn over: "Adesso ci serve continuità"

ArezzoNotizie è in caricamento