Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Pupo canta "Su di noi" dalla torre del Comune. E' l'augurio per Arezzo

Il video è stato realizzato in occasione delle registrazioni del progetto dei fotografi Alessandro Falsetti e Stefano Caporali

 

"Su di noi nemmeno una nuvola, su di noi l'amore è una favola". Un augurio e una speranza di ripartenza da parte di Enzo Ghinazzi in arte Pupo, per la città di Arezzo. E' quello che ha lanciato, cantando accompagnato dalla sua chitarra, dalla torre del Comune. La canzone, che quest'anno compie 40 anni, si adatta perfettamente al tema.

Pupo è salito sul luogo più alto di Palazzo Cavallo proprio ieri mattina in occasione della registrazione di un pezzo di un video più ampio ideato e realizzato dai fotografi aretini Alessandro Falsetti e Stefano Caporali, i Tuscany Photographer propensi alla condivisione no copyright. Già perché questo nuovo progetto in fase di realizzazione sarà donato alla città, reso condivisibile gratuitamente a tutti. "Ogni persona che ha contribuito lo ha fatto gratuitamente e noi vogliamo metterlo a disposizione di tutti" ha tenuto a spiegare Falsetti.

L'idea scaturisce nella fase del post lockdown, anche riflettendo sul discorso di Ezio Bosso al parlamento europeo. "Questo grande artistia, purtroppo recentemente scomparso, ci ha lasciato delle profonde riflessioni sul ruolo della musica, della coralità, della capacità di ascolto verso gli altri" spiega ancora Falsetti "e così abbiamo deciso di far interpretare un brano, non a caso la Primavera di Vivaldi, da tre diversi stili musicali, coinvolgendo ovviamente realtà aretine."

Sono parte del progetto Paco Mengozzi che ha registrato con il suo violoncello, poi la partitura è stata riadattata per essere interpretata dalle chiarine dei Musici della Giostra del Saracino e poi ancora da Pupo in chiave pop, accompagnato dalla Ballantine Band.

Ne uscirà ben presto un lavoro di pregio, dal significato profondo, di rinascita, di rifioritura, una primavera sociale, economica, attraverso i luoghi di cultura, simbolicamente toccati nel video e accompagnati dalla musica. Un video che sarà a disposizione di tutti. "Ci auguriamo, come si usa dire, la massima condivisione, per una nuova primavera aretina."

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento