Martedì, 28 Settembre 2021

"Non tagliate i tigli e i lecci", protesta contro l'abbattimento di quattro storiche piante di fronte alla stazione

Tra fine agosto e inizio settembre quatto piante - due lecci e due tigli - che si trovano di fronte alla stazione, saranno tagliati. Piante bombardate durante la seconda guerra mondiale e subito dopo ripiantate

Tra fine agosto e inizio settembre quatto piante - due lecci e due tigli - che si trovano di fronte alla stazione, saranno tagliati. Piante bombardate durante la seconda guerra mondiale e subito dopo ripiantate. Alberi ai quali tanti aretini non intendono rinunciare. E' per questo che oggi pomeriggio un nutrito gruppo si è ritrovato per protestare con la decisione del Comune di Arezzo.

L'amministrazione spiega che dovranno essere tagliati per motivi di sicurezza. "Bastano potature e manutenzione", rispondono gli aretini. La manifestazione è stata organizzata in pochissimo tempo, a ridosso di Ferragosto, ma ha portato all'ombra delle storiche piante giovani e famiglie - alcune decine di persone in tutto - che hanno gridato il loro dissenso. Non solo, hanno deciso di scrivere anche alla Soprintendenza: "Queste piante sono qui da oltre mezzo secolo - dicono - da subito dopo la guerra. Anche la Soprintendenza dovrà essere coinvolta nella decisione del taglio". 

Si parla di

Video popolari

"Non tagliate i tigli e i lecci", protesta contro l'abbattimento di quattro storiche piante di fronte alla stazione

ArezzoNotizie è in caricamento