rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024

VIDEO | Spaccata alla gioielleria, poi il ladro fugge e si nasconde in un cassonetto. Arrestato

E' successo stanotte nella centralissima via Crispi, ad Arezzo. Vetrina sfondata a sassate, quindi l'inseguimento della polizia. L'uomo sarà processato per direttissima

Armato di un sasso, ha cominciato a colpire la teca esterna della gioielleria Di.Di. in via Crispi, ad Arezzo. Alla fine, dopo diversi minuti, è riuscito a spaccare il vetro e ad arraffare i monili che erano in esposizione, quasi tutta bigiotteria ma anche alcuni oggetti in argento. Erano circa le 4 di stamani, venerdì 5 aprile, e il ladro si è ferito alle mani per mettere a segno il colpo.

Non è stata un'impresa facile per lui né silenziosa. Un residente nei palazzi di fronte, svegliato dal rumore, ha visto dalla finestra cosa stava succedendo e ha chiamato la polizia, che è accorsa celermente con due volanti. Il malvivente si è quindi dato alla fuga, imboccando prima Corso Italia, poi tornando indietro su via Crispi e alla fine prendendo per via Margaritone, in direzione di via Spinello. Braccato dai poliziotti, ha tentato di nascondersi dentro il cassonetto per la carta e il cartone che si trova nei pressi dell'ingresso dell'anfiteatro. Ma gli agenti, che avevano notato le tracce di sangue sull'asfalto, lo hanno scovato e arrestato. Addosso aveva i gioielli rubati poco prima.

L'uomo, cittadino straniero di età compresa fra i 30 e i 40 anni, è stato quindi portato in carcere in attesa del processo per direttissima che verrà celebrato domattina. L'accusa nei suoi confronti è di furto aggravato. Intorno ai duemila euro il valore del bottino, adesso sotto sequestro, cui aggiungere il danno da circa mille euro alla teca del negozio.

"Ringrazio la polizia per la tempestività dell'intervento - ha detto il titolare Samuele Dini - e il cittadino che ha prontamente chiamato le forze dell'ordine. Ci siamo trasferiti in via Crispi da tre anni ed è il primo episodio del genere che ci capita. Prima la gioielleria si trovava in via Verdi e lì purtroppo la situazione era diventata insostenibile, stretti com'eravamo tra i giardini Porcinai e piazza Risorgimento. Mi auguro che anche qua non vada a finire alla stessa maniera".

Furto con spaccata alla gioielleria di via Crispi

Video popolari

VIDEO | Spaccata alla gioielleria, poi il ladro fugge e si nasconde in un cassonetto. Arrestato

ArezzoNotizie è in caricamento