rotate-mobile

VIDEO | Raffica di controlli dei Nas in palestre e centri sportivi. Irregolarità in due strutture aretine

In entrambi i casi i problemi riscontrati sono legati ai certificati medici dei praticanti

Raffica di controlli dei militari dei 12 Nas dell’Italia centrale in centri e associazioni sportive, palestre, piscine e ambulatori, finalizzati ad accertare il rispetto della norma sul rilascio di certificati medici per lo svolgimento dell'attività sportiva. "Le ispezioni - spiega una nota dei Nas - hanno interessato complessivamente 413 centri sportivi, accertando violazioni in 118 di questi (pari al 28 % degli obiettivi ispezionati), 7 dei quali sono risultati oggetto di provvedimento di immediata sospensione delle attività. In altri 7 casi i militari operanti, per le non conformità rilevate, hanno avanzato analoga richiesta di sospensione, tuttora in corso di valutazione. Complessivamente 81 le persone segnalate alle autorità amministrative, 9 quelle denunciate e 118 le violazioni contestate, tra penali e amministrative, per un ammontare di 176mila euro". Per quanto riguarda la provincia di Arezzo, sono state accertate due situazioni di irregolarità. Sono state segnalate alle autorità amministrative due locali: una prima palestra, per aver accettato certificati medici per l’attività non agonistica, rilasciati senza l’indicazione degli accertamenti diagnostici eseguiti o da specialisti diversi da quelli autorizzati della specifica normativa; un'altra palestra, invece, per aver ammesso alla pratica sportiva non agonistica persone sprovviste della relativa certificazione medica.

Si parla di

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento