Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alta velocità. Ghinelli scrive a Trenitalia: “Nuovo orario penalizza fortemente Arezzo”

Dal 15 dicembre entrerà in vigore il nuovo orario stabilito per il traffico via ferro

 

"Ho preso carta e penna e scritto all'amministratore delegato di Trenitalia, lamentando il trattamento riservato ad Arezzo".
La questione che ha spinto il sindaco Alessandro Ghinelli a rivolgersi a Gianfranco Battisti, ad della società, è quella che riguarda il traffico da e per la città e che si avvale del supporto dei treni ad alta velocità.

Con l'introduzione nel nuovo orario, prevista per il 15 dicembre prossimo, secondo i calcoli dell'amministrazione degli utenti, verrà a mancare il Frecciargento in sosta ad Arezzo e diretto a Roma Termini mentre, il Frecciarossa delle 7.25 (direzione Roma) si fermerà anche a Chiusi.

"In questo modo vengono a mancare due importanti servizi per i cittadini - continua il sindaco - nel primo caso è evidente il disagio subito dagli utenti. L'inclusione invece della fermata alla stazione di Chiusi comporta uno slittamento nell'orario di arrivo a Roma. Fino ad oggi pendolari e parlamentari riuscivano a raggiungere la capitale alle 8.40. In questo modo chi utilizzava il treno per raggiungere l'ufficio poteva farlo arrivando puntuale al lavoro. Adesso invece l'arrivo è previsto per le 9 del mattino esatte. E' evidente che i pendolari sono fortemente penalizzati". 

"Purtroppo - conclude il primo cittadino - non credo che la situazione possa modificarsi. Ma un sindaco non poteva esimersi dal rappresentare la propria contrarietà a questa scelta".

Sulle modifiche all'orario del traffico ferroviario si è espresso anche l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli che ha inviato una nuova lettera di protesta ad Art, l'Autorità di regolazione dei trasporti, chiedendo un incontro urgente.

Alta Velocità e nuovi treni. Ceccarelli: "Incontro urgente con l'autorità dei trasporti"

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento