Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Occhi che luccicano più degli abiti. Le donne operate al seno: "Serata indimenticabile, siamo fiere di noi"

Le donne operate al seno, hanno sfilato per Scervino nella serata organizzata da Beppe Angiolini. I loro occhi luccicanti brillavano quasi più degli abiti

 

Il miniabito, il cappotto rosa, la mantella nera, il tailleur luminoso. Tacchi più o meno alti. Tutto studiato alla perfezione per le donne Andos, operate al seno per un tumore e modelle per l'alta moda targata Scervino per una sera. Tutto ha brillato, ma nella passerella gli occhi di queste dodici spledide donne, hanno attirato l'attenzione più degli abiti stessi. Le espressioni di sicurezza, di autostima, di bellezza, di forza e di coraggio hanno raggiunto i cuori delle migliaia di persone presenti in Piazza Grande, così qualcuno si è commosso e non è mancata la standing ovation quando sono rientrate in testa a tutte le modelle professioniste per la passerella finale sulla lizza straordinariamente rosa.

Tutti in piedi ad abbracciarle simbolicamente, così come hanno fatto di persona lo stesso stilista, il re della moda Beppe Angiolini e la bellissima presentatrice Filippa Lagerback.

"E' stata una serata indimenticabile" ha commentato una di loro subito dopo dietro le quinte. Le hanno fatto eco le altre, ormai amiche "Mi sono sentita bella, bella bella". La serata si è rivelata un grande evento che ha unito la moda alla solidarietà, che nemmeno loro si apsettavano "me l'avevano presentata un po' più in sordina sennò non so se ce l'avrei fatta, ma hanno fatto bene a farla così perché mi sento fiera di me stessa" e la 'collega' "all'inizio ho risposto di no, poi la motivazione ci ha spinto fino a qui". 

"Ero molto emozionata" ha raccontato una di loro "lo rifarei".

Dalla lizza di Piazza Grande, dove due giorni fa è andata in scena la Giostra del Saracino, Ii messaggio di Andos, l'associazione che riunisce le donne operate di cancro al seno, sembra davvero aver fatto cinque e anche spezzato una lancia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento