SS Arezzo, tra passato e futuro. Parlano i giocatori

Dalle difficoltà societarie passando per l'incubo che l'US Arezzo potesse smettere di giocare al riscatto e alla salvezza. "Un risultato storico che resterà nella storia di questa città" commenta Giacomo Cenetti. Ecco le sensazioni degli...

 

Dalle difficoltà societarie passando per l'incubo che l'US Arezzo potesse smettere di giocare al riscatto e alla salvezza. "Un risultato storico che resterà nella storia di questa città" commenta Giacomo Cenetti.

Ecco le sensazioni degli amaranto a pochi giorni dalla salvezza e a poche ore dalla festa in Piazza Grande.

"Abbiamo temuto che tutto potesse finire" confessano Moscardelli e Cenetti. Il mediano, tra i giocatori di maggior temperamento, non si ferma qui. "E' stato brutto essere presi in giro in questo modo. Hanno preso in giro persone con famiglia e giocatori giovani che potevano mettere a rischio la loro carriera. Forse questo ci ha poi dato maggiore forza per riuscire a compiere un'impresa".

Eppure in mezzo alle difficoltà c'è chi non ha ceduto alle lusinghe di altri club come Moscardelli. "E' vero potevo andare via ma questo gruppo mi ha convinto a restare".

Non c'è solo il passato nella mente e nelle parole dei giocatori che adesso attendono la festa salvezza.

"E' stata una cosa unica l'accoglienza che ci hanno riservato i tifosi quando siamo tornati da Carrara - spiega Foglia - non avevo mai provato o visto qualcosa del genere in carriera".

Adesso la domanda è uguale per tutti: dove sarai la prossima stagione? Il coro è unanime. Da chi ha un altro hanno di contratto come Luciani, Cenetti e Cutolo a chi come Moscardelli è in scadenza.

"Vorrei restare perché questo gruppo è davvero unito e può fare qualcosa di importante" sottolinea Luciani.

E tra le conferme seppur non esplicitamente ci sarebbe quella di Pavanel.

"E' entrato in punta di piedi nello spogliatoio ed ha capito la situazione riuscendo a costruire qualcosa che resterà nella storia - spiegano i giocatori - è stato davvero molto bravo nel saper lavorare con i giovani e non solo".

Twitter @MatteoMarzotti

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento