Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ripartiamo dalle certezze". Pavanel conferma il 3-5-2 contro il Pontedera

"La partita più difficile del trittico". Così Massimo Pavanel presenta la sfida tra Arezzo e Pontedera. Una partita alla quale gli amaranto arrivano dopo il successo di Vercelli contro l'Alessandria e soprattutto con una difesa in emergenza per le...

"La partita più difficile del trittico". Così Massimo Pavanel presenta la sfida tra Arezzo e Pontedera. Una partita alla quale gli amaranto arrivano dopo il successo di Vercelli contro l'Alessandria e soprattutto con una difesa in emergenza per le assenze.

Mancheranno Ferrario e Luciani squalificati, Muscat in nazionale oltre a Cutolo infortunato. Pensare di cambiare modulo può essere lecito ma Pavanel non vuole togliere certezze alla propria formazione ecco quindi che il Cavallino ripartirà dal 3-5-2.

"Sicuramente ci sarà un turn over in quelle zone del campo dove abbiamo interpreti validi, in forma e che possono darci una mano ad avere maggiori soluzioni - spiega Pavanel - voglio tenere tutti sulla corda, tutti motivati e freschi. Sicuramente qualche giocatore dovrà adattarsi ma sotto questo punto di vista i ragazzi mi hanno dato la massima disponibilità. Manterremo certi principi ma saremo anche in grado di variare modulo e sistema di gioco a partita in corso".

Che partita è quella con il Pontedera?

"E' la partita più difficile del trittico perché con Alessandria e Livorno parti dal presupposto di andare a giocartela in casa loro senza fare conti - prosegue Pavanel - domani invece andremo a giocare davanti al nostro pubblico con l'obiettivo di spezzare il digiuno di vittorie consapevoli che sarà difficile per le assenze. Dovremo gettare il cuore oltre l'ostacolo utilizzando testa ed equilibrio. Se poi dovesse accadere di andare sotto dovremo reagire in maniera di diversa rispetto al passato. Ovviamente mi auguro che questo non accada".

La rosa dell'Arezzo ha ancora un posto tra gli over, ci ha pensato?

"Ne abbiamo parlato con la società. Ad oggi se dovessimo agire il reparto che ha maggiore bisogno è quello difensivo. Aspettiamo ancora ad operare, vedremo più avanti".

I convocati: Benucci, Borra, Cellini, Cenetti, Corradi, Criscuolo, De Feudis, Di Nardo, Disanto, D’Ursi, Ferrari, Foglia, Franchetti, Moscardelli, Rinaldi, Sabatino, Talarico, Ubirti, Varga, Yebli, Gerardini, Quero.

Condoglianze al portiere amaranto Ferrari. L’Unione Sportiva Arezzo esprime tutte le sue più sincere condoglianze a Lorenzo Ferrari, portiere della prima squadra, per la scomparsa del nonno Luigi. La società esprime la massima vicinanza a tutta la famiglia Ferrari.

Articoli correlati:

Arezzo-Pontedera, sfida tra due società in vendita a titolo gratuito Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

Video popolari

"Ripartiamo dalle certezze". Pavanel conferma il 3-5-2 contro il Pontedera

ArezzoNotizie è in caricamento