menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Collaborare con l'Arezzo? Perché no". Il rapporto con La Cava e la nuova avventura nel femminile: parla Anselmi

L'ex socio di La Cava sul nuovo corso del formazione femminile ma anche sui possibili sviluppi di una collaborazione con la S.S. Arezzo

E' passato poco più di un mese da quando Massimo Anselmi ha acquisito l'Arezzo Calcio Femminile. Un mese di presidenza segnato da un mercato scoppiettante e dalla novità rappresentata dall'impianto sportivo che è diventata la nuova casa delle amaranto.

"Sta procedendo molto bene questa esperienza - spiega Anselmi - a dire il vero c'erano già basi solide, una bella matrice. Non ho creato certo io la società che è la tra le più antiche per matricola federale in Italia. In questo momento stiamo organizzando vari aspetti, cercando di dare una forma professionistica al club. La realtà è già strutturata e le giovanili sono il fiore all'occhiello potendo contare tutte le formazioni dall'Under10 a salire".

Il mercato è in continuo fermento.

"Abbiamo preso Giulia Orlandi, una giocatrice molto importante, ma come ho detto l'attenzione è rivolta anche al vivaio".

L'Arezzo Femminile giocherà a Ceciliano?

"Per gli allenamenti, ma utilizzeremo grazie all'accordo con la Uisp anche il terreno del Bonconte da Montefeltro. Per gli incontri ufficiali saremo ospiti dell'Olmoponte. Sicuramente avere una nostra casa e fare investimenti sulle strutture è un punto di partenza essenziale. Sono contento di aver trovato l'intesa per la struttra di Ceciliano anche perchè è il paese dove sono cresciuto, quello dove ha sede la mia azienda".

Che è effetto le ha fatto tornare allo stadio? La Cava l'ha invitata nel giorno della presentazione della nuova proprietà.

"Mi ha fatto piacere. Io non porto rancore e poi con Giorgio mi resta difficile. Ho letto alcune sue dichiarazioni nei miei confronti nell'ultimo periodo e mi hanno fatto piacere. Purtroppo si è reso troppo tardi di alcune situazioni. Peccato, insieme avremmo potuto fare qualcosa di importante e toglierci delle soddisfazioni. Di sicuro gli riconosco il grande impegno messo nell'Arezzo".

L'Arezzo e l'Arezzo Femminile collaboreranno?

"C'è questa possibilità. Siamo due società con lo stesso nome e penso proprio che potremo trovare un'intesa. Ci siamo presentati e presto cercheremo di capire come fare. Rispetto all'ultima stagione non c'è più una norma che parla di acquisizione din un club femminile da parte di uno maschile, ma semmai di una collaborazione. Sicuramente ci incontreremo presto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Coppie che scoppiano, anche a Hollywood

  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento