Altri Sport

Vicecampione del mondo a 42 anni. La gioia di Francesca Frappi: "Adesso punto a Lisbona 2022"

La tennista aretina ha vinto la medaglia d'argento nel campionato Lady40 a squadre che si è svolto a Umago, in Croazia. "Un grazie alle mie tre compagne, al Circolo Tennis Arezzo e al mio babbo Fausto: è il mio primo tifoso"

Vicecampione del mondo con pochi rimpianti e una medaglia da conservare in bacheca. Francesca Frappi, classe '79, ha conquistato l'argento ai mondiali Lady40 di tennis a squadre che si sono disputati a Umago, nella penisola istriana della Croazia. Insegnante al circolo tennis Arezzo, maneggia la racchetta da quando era una ragazzina e questa passione l'ha trasmessa anche ai figli Enrico, 9 anni, ed Elisa, 13.

"Gioco praticamante da sempre - ci ha raccontato Francesca tra una lezione e l'altra. E' stato amore a prima vista il mio, fermato soltanto da un infortunio alla spalla nel 2005. Ero al 504esimo posto in classsifica ma ho mollato, ho interrotto l'attività per qualche anno. Però al cuore non si comanda e un po' per gioco, un po' perché ne sentivo la mancanza, ho ricominciato. E ne sono strafelice".

Convocata con la selezione azzurra, ha condiviso l'avventura croata con tre compagne: la capitana Alice Canepa di Finale Ligure (Savona), Elena Pioppo di Andora (Savona) e Alberta Brianti di Milano. 

"Abbiamo giocato sia in singolare che in doppio. In semifinale ci siamo trovate di fronte la Francia e siamo riuscite a qualificarci per la finalissima con la Germania. E' stata una battaglia all'ultimo colpo, cominciata alle 9 di mattina e terminata dodici ore più tardi. Io ho perso il mio singolare durato tre ore e 10 minuti, Alberta ha vinto il suo e poi lei e Alice hanno perso il doppio. La sconfitta non è mai dolce ma davanti avevamo avversarie molto forti. E comunque l'argento è una soddisfazione. Per me era il primo mondiale, mi auguro di partecipare anche a quello del 2022 che si svolgerà a Lisbona".

francesca frappi tennis mondiali argento 2-2-2

Su facebook, Francesca ha scritto: "Voglio ringraziare le mie compagne di squadra Alice, Elena e Alberta per la loro presenza e il loro sostegno dentro e fuori dal campo. E' stato un piacere e un onore giocare con voi. Un altro grazie va sicuramente alla mia famiglia che mi ha seguito in questa esperienza, che spero possa aver trasmesso tanti messaggi positivi soprattutto ai miei figli. E naturalmente grazie al mio babbo che da sempre è il mio super tifoso. Inoltre approfitto per ringraziare i miei amici e colleghi Daniele Bracciali, Cristiano Carcani, Stefania Casi, Andrea Garzi, tutto il Circolo Tennis Arezzo e i ragazzi dell'agonistica del Pro LAB per avermi dato l'opportunità di allenarmi e che mi hanno supportato e sopportato i questi mesi".

Proprio il messaggio per i suoi allievi è un dettaglio che Francesca ha a cuore: "Mi auguro che un risultato come il mio, conquistato a 42 anni, possa servire da stimolo per i ragazzi. Ne ho tanti adolescenti e a loro ripeto sempre che ciò che conta è stare sul pezzo, allenarsi con attenzione, porsi nuovi obiettivi. Rispetto alla mia generazione, hanno molte più distrazioni, anche se sono bravi a portare avanti la scuola, lo sport, lo svago. Il tennis è selettivo: se non dai il massimo tutti i giorni, non vai lontano".

L'ultimo pensiero è per babbo Fausto: "Mi ha sempre aiutato, incoraggiato, spinto a dare tutto. Il tennis io ce l'ho nel sangue, ma lo spirito di sacrificio me l'ha trasmesso lui. E' anche per questo che mi piacerebbe partecipare a un altro mondiale, per condividerlo insieme".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicecampione del mondo a 42 anni. La gioia di Francesca Frappi: "Adesso punto a Lisbona 2022"

ArezzoNotizie è in caricamento