Ipertensione e rischio cardiovascolare, nasce l’Unità Operativa guidata da Salvatore Lenti

All’interno del Dipartimento di Medicina Interna e Specialistiche della Asl Toscana sud est, è stata attivata la UOSD (Unità Operativa Semplice Dipartimentale) “Ipertensione arteriosa, dislipidemie e rischio cardiovascolare”. Il responsabile è Salvatore Lenti. 

Pur avendo sede ad Arezzo, il lavoro dell’Unità avrà valenza aziendale e andrà a rispondere ad un bisogno forte, rappresentato dalla gestione del rischio cardiovascolare. Uno dei compiti più importanti della UOSD, come spiegato da Massimo Alessandri (direttore del Dipartimento di Medicina Interna e Specialistiche) “sarà di fare una ricognizione degli ambulatori dell'Azienda dedicati a questa problematica, favorendone l'apertura laddove ce ne sia bisogno. Una riorganizzazione, quindi, per dare risposte efficaci a patologie diffuse, sotto il coordinamento di Lenti che assumerà questo incarico dal 16 marzo”.

“Sono fiducioso di questa nuova sfida, perché potrò mettere a disposizione la mia formazione professionale, la competenza e conoscenza acquisite in questo specifico ambito – commenta Lenti -  Si potrà riattivare a breve il Centro ipertensione all’ospedale di Arezzo, già riconosciuto come centro di eccellenza nazionale dalla Società Italiana dell’ipertensione arteriosa. Contemporaneamente si continuerà a fare ricerca clinica con la collaborazione infermieristica, per migliorare la cultura scientifica dei percorsi di assistenza e cura a beneficio dei pazienti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova U.O.S.D. rientra nella governance della Asl Toscana sud est come centro di servizi di rete integrata e strutturata tra ospedale e territorio. Prevede la presa in carico di pazienti con patologie croniche internistiche, come l’ipertensione arteriosa e le dislipidemie, attraverso un approccio globale del rischio cardiovascolare. La rete con la Medicina Generale e con gli specialisti di tutta l’Azienda, compresi i farmacisti, permetterà di monitorare l’appropriatezza e l’efficacia degli interventi di diagnosi, cura e prevenzione. L’assistenza vedrà come centrale la figura dell’infermiere per attuare precisi percorsi di Day Service e di educazione sanitaria, passando dalla medicina di attesa a quella di iniziativa.

La U.O.S.D permetterà la presa in carico del paziente, non ricorrendo all’ ospedalizzazione ma assicurando un adeguato e approfondito screening diagnostico e l’appropriatezza di un percorso di cura e di prevenzione del rischio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento