Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Niente doni del Comune di Arezzo per le unioni civili. Romizi: "E' assurdo e ingiusto"

Sarebbe stata una decisione del primo cittadino. Quella di non omaggiare le coppie omosessuali che decidono di unirsi civilmente al Comune di Arezzo, dei due doni che di solito vengono fatti alle coppie etero. Si tratta di una pergamena ricordo e...

Sarebbe stata una decisione del primo cittadino. Quella di non omaggiare le coppie omosessuali che decidono di unirsi civilmente al Comune di Arezzo, dei due doni che di solito vengono fatti alle coppie etero. Si tratta di una pergamena ricordo e della spilla con il simbolo della chimera.

L'amara scoperta è avvenuta in occasione del matrimonio tra Franco e Alfredo, celebrato civilmente dal consigliere comunale di Arezzo in Comune e loro amico Francesco Romizi.

Arrivato in Comune ieri pomeriggio per la celebrazione, non ha trovato pronti i due doni ed ha chiesto spiegazioni, ricevendo in cambio la risposta che su decisione del sindaco non erano previsti. "E' una decisione che denota discriminazione ideologica, assurda e ingiusta, perché non si possono accettare queste distinzioni, anche perché le coppie omosessuali pagano quanto quelle etero" ha commentato Romizi che ieri sul momento è riuscito comunque a trovare due spille con la chimera da donare ai due sposi.

Franco e Alfredo, 57 anni il primo e 60 il secondo, stanno insieme da 34 anni. Si sono uniti civilmente dopo tanta attesa grazie alla recente legge sulle unioni civili.

E su quanto accaduto Romizi ha già fatto i primi passi in attesa di presentare la sua interrogazione al sindaco nel prossimo consiglio comunale, ha scritto all'Unar, l'agenzia del Ministero contro le discriminazioni perché si esprima su quanto accaduto al Comune di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente doni del Comune di Arezzo per le unioni civili. Romizi: "E' assurdo e ingiusto"

ArezzoNotizie è in caricamento