M5S su scavi al Pionta: "Arezzo venga classificata sito Unesco"

L'intervento del Movimento Cinque Stelle sull'area archeologica del Pionta. Sono ripartiti gli scavi archeologici al Colle del Pionta con il patrocinio del Cni, Commissione nazionale italiana dell’Unesco. Il sindaco Ghinelli ha dichiarato in...

scavi-pionta (3)

L'intervento del Movimento Cinque Stelle sull'area archeologica del Pionta.

Sono ripartiti gli scavi archeologici al Colle del Pionta con il patrocinio del Cni, Commissione nazionale italiana dell’Unesco. Il sindaco Ghinelli ha dichiarato in merito “Un patrocinio estremamente selettivo che è un onore aver ottenuto. Gli scavi riguardano la ricerca di documenti che ricostruiscono la storia della nostra città.”

Il M5S Arezzo ricorda che è dovere della amministrazione comunale e, in primis del sindaco, fare opera di sensibilizzazione sul significato del patrocinio UNESCO. Dal patrocinio non si ottengono contributi economici ma è rilevante la promozione che un organismo come l’UNESCO può fare nei confronti del sito. Avere il patrocinio vuol dire gettare le basi per un possibile riconoscimento non solo del luogo ma anche della città come Patrimonio UNESCO. Cosa manca ad Arezzo per essere classificata come tale? Basterebbe pensare a Piero della Francesca, ma non solo. Arezzo città del Vasari, le sue opere, la sua dimora oggi museo ma soprattutto l’Archivio vasariano custodito nella casa dell’artista come valore inestimabile per la storia dell’arte. Chissà come lo vedeva Vasari quel Pionta che poi gli stessi amici e protettori vollero distruggere, i Medici, in particolare Cosimo Il Granduca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il Pionta si auspica una presa di posizione netta del Sindaco e un progetto di salvaguardia affinché quello che è oggi studio e scavo possa divenire una pietra miliare per riscrivere la storia, non solo religiosa, della città di Arezzo. Auspichiamo una grande attenzione per questo luogo, c’è bisogno di un progetto sulla sicurezza e sulla fruibilità, iniziando con dei percorsi rivolti alle scuole, ma non solo, anche a tutti i cittadini aretini per renderli consapevoli che l’UNESCO, oggi, ci ha fatto un piccolo dono ma che in futuro potrebbe essere più grande!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento