Elezioni Provincia, Chiassai: "Priorità alla sicurezza di strade e scuole" e un messaggio ai civici

"Sono passati due anni da quando siedo nei banchi di opposizione in Provincia, la mia candidatura è un naturale proseguimento del mio impegno". Così Silvia Chiassai, sindaco di Montevarchi si presenta per le elezioni di secondo grado, che si...

chiassai-silvia-2

"Sono passati due anni da quando siedo nei banchi di opposizione in Provincia, la mia candidatura è un naturale proseguimento del mio impegno". Così Silvia Chiassai, sindaco di Montevarchi si presenta per le elezioni di secondo grado, che si terranno il 31 ottobre prossimo per il nuovo presidente della Provincia dopo la fine del mandato di Roberto Vasai.

La sfida è tutta la femminile con Ginetta Menchetti del centro sinistra, sindaco Pd di Civitella.

Che significato ha questa candidatura?

"La mia è una candidatura di servizio, per me è importante trovare una sinergia tra le forze politiche del centro destra e quelle civiche, un'alternativa al sistema Pd. Io sono una civica, senza tessere di partito ed essere candidata alla presidenza ha un grande valore, un'opportunità per conquistare la Provincia dopo 70 anni, con un "

La parola cambiamento ricorre anche in queste sue parole.

"Sì sono per un cambio radicale del sistema di gestione politico, un cambiamento che abbia l'obbiettivo di coinvolgere tutti coloro che sono alternativi al Pd, con una gestione nell'interesse dei territori. Da sindaco so bene che quello che hanno in testa, come priorità i cittadini, sono la sicurezza di strade e scuole. Voglio che la Provincia diventi una casa dei Comuni, un luogo di riferimento per i sindaci e i consiglieri, per dare risposte, per un lavoro diretto di collaborazione."

Questo nonostante l'ente Provincia adesso sia un ibrido con grandi responsabilità e poche risorse:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"La riforma Del Rio ha fatto un danno enorme alla realtà delle province, le ha poste in una condizione che non è più sostenibile, con una responsabilità enorme, su sicurezza di strade e scuole e cultura, il governo deve decidere che strada prendere, servono risorse e personale adeguato."

Quali priorità?

"Come detto la sicurezza delle strade e delle scuole, cercando di capire le reali criticità dei territori. Molto spesso ho recepito la distanza tra l'ente e i territori, capisco anche la scarsità di risorse, ma da amministratore so anche utilizzare i soldi dando le giuste priorità, non sempre ho visto fare così, vedi il caso di Rondine, durante questa legislatura."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento