menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campagna vaccinazione antinfluenzale, Galletti (M5S): "La Toscana è pronta?"

Il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale annuncia un'interrogazione urgente

Irene Galletti, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale interviene sulle varie segnalazioni che denunciano una carenza di dosi di vaccino antinfluenzale a disposizione in Toscana e annuncia un'interrogazione urgente.

"Dosi insufficienti a coprire la domanda e poca informazione sui vantaggi che la campagna di vaccinazione antinfluenzale porterebbe, anche nella lotta al Covid-19" - lo sottolinea Irene Galletti in una nota inviata la stampa. Queste sono solo alcune delle considerazioni contenute in un'interrogazione urgente, presentata a chiarimento dell'attuale situazione e a cui Simone Bezzini, neo assessore alla sanità della Giunta Giani, dovrà rispondere nella prossima seduta d'aula.


"Qualcosa non sta funzionando - precisa Galletti - la carenza di vaccini, fatto grave di per sé, è una notizia che sembra trovare conferma in alcuni articoli di stampa e da numerose segnalazioni che ci giungono dagli operatori sanitari. Considerando l'emergenza sanitaria e il fatto che la Regione sta facendo una campagna di raccomandazioni a vaccinarsi per tutti, la questione si fa ancora più preoccupante. Questo perché una campagna di vaccinazione antinfluenzale poteva alleggerire il carico di lavoro dei presidi sanitari toscani, lasciando più risorse a disposizione per la lotta al Coronavirus. Se queste voci trovassero conferma in qualche modo sarebbero state disattese anche le linee guida emanate dal Governo, che su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico aveva raccomandato un'ampia campagna vaccinale, proprio per scongiurare i sovraffollamenti degli ospedali. E questo sarebbe grave. Per queste ragioni credo che sia giusto e doveroso che la Giunta Regionale ci dica se la Toscana è pronta ad affrontare la prossima ondata influenzale che andrà a sommarsi con gli effetti della pandemia in atto, se riuscirà a soddisfare la richiesta degli aventi diritto, e quali altri strumenti, indicati dal Governo e propri, saranno messi in campo per mettere in sicurezza i cittadini e gli ospedali toscani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento