Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuole superiori, buona la prima con i tutor alle fermate. Tiemme: "Nessun assembramento sugli autobus"

Battesimo per il progetto di tutoraggio per l'utilizza degli autobus pubblici in sicurezza per andare a scuola. Primo bilancio positivo

 

“Nessuna criticità. È filato tutto liscio. Non abbiamo segnalazioni di problematiche sulle corse”. Dal punto di vista dei trasporti il rientro in classe di migliaia di studenti delle scuole superiori aretine è stato ordinario. A confermarlo è Massimiliano Dindalini, presidente di Tiemme, che sulla base dei report ricevuti ha potuto tirare un sospiro di sollievo.

“Eravamo preoccupati - spiega - soprattutto per la neve. Nella scorsa notte erano attese altre precipitazioni e questo ci impensieriva. Poi il rientro in classe e il primo debutto della nuova riorganizzazione. Ma alla fine, al momento, non sono state segnalate situazioni particolarmente critiche e questo ci conforta visto che abbiamo fatto del nostro meglio per calibrare il servizio in base alle esigenze della popolazione scolastica”.

Con il rientro sui banchi Tiemme, di concerto con le amministrazioni regionali e comunali, ha messo a punto una importante riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico su gomma.

“In tutto sono 46 gli autobus in più che percorrono le tratte aretine - spiega - si tratta di ben 19 mezzi in più rispetto a quelli che erano attivi nel mese di settembre. Il servizio, così organizzato, è calcolato per dare risposte ad una didattica in presenza al 75 per cento. Dunque, adesso che in classe è rientrato solo il 50 per cento degli studenti, crediamo che anche per i prossimi mesi non vi saranno difficoltà. Con la Regione, le amministrazioni e gli altri soggetti interessati, terremo costantemente monitorata la situazione e ne daremo conto alla prefettura con la quale, ad esempio, abbiamo un primo incontro proprio oggi”.

Dindalini ha anche aggiunto: “Monitoriamo il servizio con due bollettini interni al giorno e siamo pronti a recepire le segnalazioni che arriveranno da parte dell’utenza tramite i canali di contatto con l’azienda”. Per necessità di informazioni e chiarimenti sui servizi, Tiemme ricorda i suoi canali di contatto con l’utenza: 199-168182 per chi chiama da cellulare e 800-922984 per chi chiama da rete fissa oltre che il sito web www.tiemmespa.it o lo App Tiemme 2.0 (scaricabile gratuitamente su dispositivi Android e Ios) per consultare orari, anche in tempo reale, aggiornamenti e news.

I tutor alle fermate degli autobus

"Gli autobus oggi sono stati abbastanza sgombri, non abbiamo visto assembramenti". Così raccontano alcune ragazze tutor posizionate alla fermata di piazza Guido Monaco. Fanno parte del progetto Ti Accompagno che vede insieme tutte le istituzioni con il coordinamento della Prefettura. Promuovono anche il contest che mette in palio un abbonamento autobus annuale per chi otterrà più like sulla foto scattata, pubblicata sui social con l'hastag #lagiustadistanza.

Il provveditore: "Rientro ordinato e senza problematiche"

"Il progetto "Ti accompagno" è stato un supporto fondamentale al rientro in classe - ha sottolineato Roberto Curtolo, dirigente dell'ufficio scolastico provinciale aretino - si tratta di un'iniziativa coerente e ben organizzata che consente di proseguire con la diffusione di una cultura dei corretti stili di prevenzione che ogni giovane studente deve fare propri. In questo senso mi sento di fare un'ulteriore raccomandazione ai nostri ragazzi. Non dimenticate di mantenere sempre - anche fuori dalla scuola - un comportamento prudente. Mascherina sempre sul volto, mani igienizzate e niente assembramenti". 

Il commento del presidente della Toscana, Eugenio Giani

La Toscana, insieme ad Abruzzo e Valle d'Aosta, è una delle tre regioni che quest'oggi ha ripreso la didattica in presenza all'interno delle scuole superiori del proprio territorio. Una scelta che il presidente Giani ha salutato con entusiasmo sottolineando come "la scuola è una necessità fondamentale per lo sviluppo e la crescita del nostro paese. Non possiamo permetterci di fermarla, è essenziale per divenire donne e uomini consapevoli. Ragazze e ragazzi c’è bisogno anche di tutta la vostra responsabilità, portate la mascherina e seguite tutte le misure di prevenzione al contenimento del contagio. Con l'impegno di tutti possiamo farcela".

Schermata 2021-01-11 alle 15.16.52-2

A cura di Claudia Failli, Nadia Frulli, Matteo Marzotti e Enrica Cherici.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento