Rientro a scuola: 46 nuovi bus per Arezzo e 42mila euro per i controlli anti assembramento alle fermate

Da lunedì 11 gennaio scatta l'iniziativa "Ti accompagno", una sorta di tutoraggio per lo smistamento dei ragazzi alle fermate, per evitare assembramenti

Lunedì 11 gennaio gli studenti delle superiori della Toscana torneranno alla didattica in presenza al 50%, secondo le norme governative anti-Covid. Per quanto riguarda Arezzo, saranno a disposizione 46 bus aggiuntivi per il trasporto. Non solo, dalla Regione sono in arrivo oltre 40mila euro per l'iniziativa "Ti accompagno", una sorta di tutoraggio per lo smistamento dei ragazzi alle fermate, per evitare assembramenti.

"Il sistema di trasporto pubblico locale - coordinato dall’assessorato regionale ai trasporti attraverso il lavoro del Comitato permanente regionale sul tpl con le sue dieci articolazioni provinciali – era pronto ad accogliere gli studenti già dal 7 gennaio, quando sono tornati in aula gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, ma il vero banco di prova sarà quello di lunedì prossimo", spiega una nota della Regione Toscana.

Le parole dell'assessore

“Sarà messo in campo tutto il possibile a livello di risorse, di impegno, di organizzazione – ha detto l’assessore Stefano BaccelliAbbiamo voluto garantire sicurezza sia dentro i mezzi di trasporto, dove la responsabilità e la competenza erano nostre, che fuori, alle fermate o nelle aree vicine, dove non sarebbe stato compito della Regione. Solo la prova dei fatti potrà dimostrare se il nostro lavoro sarà stato sufficiente. Per questo abbiamo deciso di attivare un sistema di monitoraggio strettissimo, in collaborazione con Province, aziende di trasporto e Prefetture, con l’obiettivo di individuare subito le criticità, laddove si presentassero, ed intervenire subito, già dal giorno successivo, per porvi rimedio”.

Il panorama regionale

La Toscana ha lavorato principalmente su due fronti per garantire un rientro in sicurezza. In primis c'è il potenziamento dei servizi, con 329 nuovi autobus che vanno ad aggiungersi agli ordinari 2.949 mezzi in servizio in Toscana. I nuovi bus sono stati così suddivisi: 47 nella Città metropolitana di Firenze, 46 nella Provincia di Arezzo, 40 nella Provincia di Siena, 36 nella Provincia di Grosseto, 35 nella Provincia di Lucca, 32 in quella di Pisa, 31 in quella di Livorno, 24 nella Provincia di Pistoia, 23 in quella di Prato e 15 in quella di Massa Carrara. Per finanziare queste corse la Giunta ha deliberato uno stanziamento di 4 milioni di euro. I mezzi in più saranno utilizzati per garantire corse aggiuntive ‘bis’ e talvolta ‘ter’ ed evitare, soprattutto negli orari di punta, il crearsi assembramenti sui mezzi di trasporto. E’ inoltre previsto l’inserimento di 17 corse bus aggiuntive di supporto al servizio ferroviario regionale (anche se non nell'Aretino). C'è poi il progetto "Ti accompagno" per evitare assembramenti alle fermate. "Uno o più tutor (guardie giurate, personale di associazioni di volontariato o di cooperative sociali, etc, a seconda del progetto presentato dalla singola Provincia di riferimento) presidieranno le fermate e gestiranno il flusso degli utenti, soprattutto studenti, li informeranno sui mezzi in arrivo, monitoreranno i flussi e gestiranno le possibili criticità in collaborazione con le forze dell’ordine e le polizie locali. Per l’avvio del progetto la Regione ha stanziato 500mila euro", spiega una nota della Toscana.

"Ti accompagno"in provincia di Arezzo

Il tutoraggio alle fermate, in particolare quelle utilizzate dagli studenti, avverrà tramite personale di agenzie di comunicazione e associazioni di volontariato appositamente formati dal personale dell’ufficio tecnico territoriale Tpl della Provincia di Arezzo. Il progetto coinvolgerà i comuni di Arezzo, Bibbiena, Castiglion Fiorentino, Cortona, Montevarchi, Sansepolcro, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini e sarà finanziato dalla Regione con 42.475 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test rapidi in nove scuole superiori di Arezzo e provincia: l'elenco

  • La testimonianza di Liliana Segre riproposta nelle scuole toscane in occasione del Giorno della Memoria 2021

  • "Scuole aperte strumento per combattere l'epidemia". Il bilancio del provveditore: "La classe è un luogo sicuro"

  • Scuole Sicure, test antigenici in tutte le Superiori, pubbliche e paritarie

  • Tirocini e praticantati sospesi, nuovo bando in apertura il prossimo 14 gennaio

  • Impianti ariasanix installati nelle scuole di Monte San Savino

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento