Precari della scuola. Casucci presenta una mozione: "Stop ai mega concorsi"

"Chiediamo che la Giunta toscana si attivi presso il Governo affinché vengano istituiti corsi abilitanti gratuiti per i citati precari"

Marco Casucci, consigliere regionale Lega

"Il problema è atavico e si è poi particolarmente acuito con l'avvento della pandemia". Così Marco Casucci, consigliere regionale della Lega interviene in merito al tema riguardante i precari della scuola annunciando anche la presentazione di una mozione. "Il mondo della scuola - prosegue - al pari di molti altri settori sta attraversando, proprio a causa del Covid-19, un periodo davvero difficile ed è quindi, a nostro avviso, fondamentale creare i giusti presupposti per stabilizzare gli insegnanti. Le possibilità, in tal senso, ci sono ed è con questo spirito costruttivo che abbiamo, pertanto, redatto una specifica mozione sulla tematica. In particolare, quindi chiediamo che la Giunta toscana si attivi presso il Governo affinchè vengano istituiti corsi abilitanti gratuiti per i citati precari, ovviamente, considerata la palese e grave carenza, anche per quelli di sostegno, riferendoci specificatamente a coloro i quali hanno già tre anni di servizio. Riguardo, invece, alle procedure concorsuali ancora non espletate pensiamo sia doveroso, come specificato nel nostro atto, che esse vengano sospese e rinviate a data da destinarsi e comunque a fine emergenza pandemica. Così facendo si salvaguarderebbe la salute degli insegnanti e parimenti quella degli studenti. Insomma bisogna fare il massimo, ancora di più in questo drammatico momento, affinchè tanti docenti possano, finalmente, avere quello che gli spetta, evitando, altresì, pericolosi assembramenti, determinati dalle prove selettive, che possano favorire il trasmettersi del virus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente scuola fino al 30 giugno, esami dal 16 e tutti in classe il 6 settembre. Le (possibili) novità

  • Arezzo in dad. Il vicesindaco: "In 14 giorni quarantenati 1.300 cittadini, il rischio è di tornare in zona rossa"

  • Scuole e Covid-19, le prime chiusure decise dal Ceps

  • Scuola: Arezzo, Castiglion Fiorentino e Lucignano in dad e Sansepolcro riporta gli studenti in classe. Il quadro provinciale

  • Nidi e scuole materne restano aperte, Tanti: "Nella fascia 0-6 non sono emerse criticità"

  • Didattica in presenza da lunedì 8 marzo: Castiglion Fiorentino riporta gli studenti in classe

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento