Cultura

Riparte la caccia alla tomba di San Donato. Gli scavi al Pionta patrocinati dalla commissione nazionale Unesco

Ci sarà la benedizione della Commissione nazionale dell'Unesco sull'area archeologica del Pionta, oggetto di una seconda campagna di scavo da parte dell'associazione Academo.  L'annuncio questa mattina in conferenza stampa da parte di Mauro...

scavi-pionta2

Ci sarà la benedizione della Commissione nazionale dell'Unesco sull'area archeologica del Pionta, oggetto di una seconda campagna di scavo da parte dell'associazione Academo. L'annuncio questa mattina in conferenza stampa da parte di Mauro Mariottini, presidente dell'associazione, e del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli.

Ripartono gli scavi archeologici al Colle del Pionta con il patrocinio del Cni, la Commissione nazionale italiana dell'Unesco, concesso all'associazione culturale Academo per l'intervento archeologico, con rilevanti finalità culturali legate alla storia antica di Arezzo, che sta realizzando al Pionta. Un patrocinio estremamente selettivo che è un onore aver ottenuto - ha detto Alessandro Ghinelli -. Gli scavi riguardano la ricerca di documenti che ricostruiscono la storia della nostra città. Rivolgo ancora una volta l'appello ai cittadini a contribuire a sostenere gli scavi.

Un riconoscimento che significa molto:

Arezzo ha i requisiti per mirare a ottenere un riconoscimento di alto valore storico e artistico. L'Unesco - ha aggiunto Mariottini - ha riconosciuto la validità del lavoro svolto, dalla documentazione prodotta ha capito l'importanza dello scavo. Chissà, non è facile, ma scavare in un'area di 10 ettari potrebbe portare alla luce testimonianze di uno spessore che potrebbero condurre al riconoscimento di Patrimonio dell'Umanità. Certo, servono fondi.

Il dirigente comunale della cultura Roberto Barbetti ha spiegato: "abbiamo riposto aspettative su questi scavi. Siamo disposti a supportare Mariottini nella produzione di dossier qualora si volesse candidare gli scavi del Pionta e Arezzo a Patrimonio mondiale dell'Umanità".

La seconda fase degli scavi comincerà domani mercoledì 5 luglio sotto la supervisione di Alessandra Molinari, dell'università di Tor Vergata e di Silvia Vilucchi funzionario della Soprintendenza dei beni archeologici della Toscana. Si cercherà di far luce sui misteri sepolti nell'area a partire dall'abside della chiesa di Santo Stefano, dove - ritiene Mariottini - ci sono più possibilità di trovare la tomba di San Donato.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte la caccia alla tomba di San Donato. Gli scavi al Pionta patrocinati dalla commissione nazionale Unesco

ArezzoNotizie è in caricamento