Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Palio della Balestra, vince Gubbio con Giampiero Bicchielli. Il Comune: "Ottima riuscita dell'evento"

L’edizione 2018 del Palio della Balestra a Sansepolcro, disputatasi nel pomeriggio di domenica 9 settembre in piazza Torre di Berta, ha registrato l’affermazione del balestriere Giampiero Bicchielli di Gubbio, 77 anni, veterano della società umbra...

bicchielli e cerbella

L'edizione 2018 del Palio della Balestra a Sansepolcro, disputatasi nel pomeriggio di domenica 9 settembre in piazza Torre di Berta, ha registrato l'affermazione del balestriere Giampiero Bicchielli di Gubbio, 77 anni, veterano della società umbra, della quale è stato per lungo tempo anche il maestro d'armi. Con questa vittoria, Bicchielli ha portato a sei i successi individuali collezionati nella secolare sfida che unisce la città di Sant'Ubaldo e quella di Piero della Francesca. Nessuno, fra i balestrieri in attività, ha raggiunto questo primato: lui lo ha costruito nell'arco di 28 anni, con tre trionfi nella sua città (datati 1990, 2012 e 2017) e altrettanti in terra biturgense, ottenute nel 2005, nel 2007 e appunto nel 2018. E questo gli ha consentito di staccare gli avversari Dario Casini e Averardo Martinelli e il concittadino Gabriele Rogari, tutti a quota cinque.

La cronaca del Palio di settembre, che ha visto alternarsi sui banchi di tiro 44 portacolori eugubini e 59 locali, per un totale di 103 (resta in piedi il record del 2016 con 105), è fondamentalmente concentrata nei due tiri iniziali, quelli dei capibanco, con destino invertito rispetto a quanto successo lo scorso maggio in piazza Grande: Gian Luca Baldi per Sansepolcro colpisce la parte bassa del corniolo e lascia spazio a Bicchielli, che vìola il cerchio nero centrale, conficcando il puntale leggermente a sinistra e a un paio di millimetri dalla bulletta. Che il verdetto sia già stato scritto è più di un sensazione, anche se la verretta del valido Enzo Cestelli di Sansepolcro (70 anni), chiamato dall'urna nella seconda tornata, si affianca a quella di Bicchielli, ma è meno precisa; alla fine, Enzo Cestelli è secondo e nel 2019 sarà il capobanco biturgense. I colpi che arrivano sul bersaglio si susseguono a ritmo abbastanza veloce e più di una volta una freccia scoccata ne fa schizzare tante altre. Quella di Bicchielli rimane però attaccata con il puntale e con la parte iniziale del legno, perché il resto del corpo verrà spezzato dalle altre; poco dopo metà tenzone, è il turno del 37enne Cristiano Orlandi di Gubbio, figlio d'arte (il padre, Ubaldo, ha vinto tre Palii), che trova il pertugio giusto per piazzarsi al terzo posto e conquistare il primo alloro nella gara più sentita. Fuori dal podio, Sansepolcro conta Matteo e Dario Casini, figlio e padre (che è anche il presidente del sodalizio), rispettivamente quarto e quinto, poi ci sono il settimo posto di Germano Barculli e il decimo di Antonello Guadagni. Emozionatissimo Giampiero Bicchielli, quando ha ricevuto il drappo dell'artista Joy Stafford Boncompagni e la freccia d'oro dal sindaco biturgense, Mauro Cornioli: "Qui a Sansepolcro mi sono sempre trovato bene - ha detto - al punto tale che mi hanno fatto balestriere onorario e questa è una delle cose di cui vado più orgoglioso. Dedico il trionfo a Vittorio Baciotti: è stato lui che a suo tempo mi ha avviato all'attività di balestriere e sempre lui ha voluto che facessi il maestro d'armi". Il lungo corteo finale ha poi chiuso il capitolo intero delle Feste del Palio, come sempre in mezzo alle strade gremite di gente; hanno sfilato anche i balestrieri della Compagnia della città belga di Visè, ospiti ufficiali di quest'anno nell'ambito del patto di amicizia, che hanno aperto la cerimonia in piazza. Fra il pubblico in piazza, anche le delegazioni delle città gemellate di Sinj (Croazia), Neuchatel (Svizzera) e Neuves Maisons (Francia), dell'altra città con la quale è stato stipulato proprio sabato 8 settembre un altro patto di amicizia, la tedesca Mindelheim e del Comune di Rovereto. Ricordiamo poi la presenza del senatore Riccardo Nencini, del nuovo perfetto di Arezzo, la dottoressa Anna Palombi e del sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati.

La nota del Comune biturgense

L'Amministrazione Comunale di Sansepolcro esprime grande soddisfazione per l'esito delle Feste del Palio che si sono appena concluse. "Al di là del rammarico che rimane per non esserci aggiudicati la vittoria" - spiega l'Assessore alla Cultura Gabriele Marconcini - "siamo molto soddisfatti per l'ottima riuscita di tutte le iniziative che hanno animato questi giorni di festa: quest'anno il programma è stato più ricco e variegato del solito e grazie alle tante mostre (in una settimane ne sono state inaugurate ben cinque) la città si è presentata come un luogo eccezionalmente ricco e di grande respiro artistico. Anche gli eventi organizzati assieme alle associazioni storiche hanno funzionato molto bene: il Palio di Sant'Egidio è stato molto partecipato, così come il concerto propiziatorio, svoltosi in Piazza Garibaldi, che è stato di una suggestione unica e che ha fatto registrare il tutto esaurito. Ottima riuscita anche per la cena propiziatoria che, tenutasi presso il Giardino di Piero, ha perfettamente rispettato il taglio che avevamo concordato dovesse avere. Infine grande soddisfazione può certamente essere espressa anche per la splendida serata dei giochi di bandiera in piazza, per il curatissimo mercato di Sant'Egidio e per l'ottima gestione della piazza e del corteo nella giornata del palio."

"L'unica puntualizzazione in merito a questa edizione - continua l'Assessore Marconcini - riguarda l'allestimento delle bandiere in alcuni tratti del centro storico: pochi mesi fa abbiamo appreso che i tessuti delle bandiere si erano logorati in maniera piuttosto accentuata. Prontamente abbiamo ricercato dei preventivi ma poi, condividendo questa difficoltà con i gruppi storici, abbiamo deciso di sviluppare un progetto di rinnovamento totale delle stoffe che, del resto, era già stato previsto per il 2019. Alla luce di tutto ciò abbiamo deciso di fare lo sforzo di utilizzare tutto il materiale recuperabile per l'edizione di quest'anno per poi però poter disporre di più tempo per pianificare una sostituzione che nei prossimi mesi possa investire soprattutto sull'aspetto della qualità. Per concludere, al di la di questa piccola nota, c'è da segnalare che anche i dati sul turismo e sulle visite al museo hanno fatto registrare numeri decisamente incoraggianti. Su questo fronte stiamo, non a caso, investendo molto anche sui legami di collaborazione che abbiamo rinsaldato sia con le città amiche che con quelle gemellate con il preciso intento di promuovere efficacemente il nostro territorio anche all'estero."

--

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palio della Balestra, vince Gubbio con Giampiero Bicchielli. Il Comune: "Ottima riuscita dell'evento"

ArezzoNotizie è in caricamento