Cultura

Festival dello Spettatore, venerdì doppio appuntamento ad Arezzo e Sansepolcro

Prosegue ad Arezzo il focus sulla figura e sull’arte dello spettatore. E' stato selezionato dagli studenti della I e II Liceo Teatrale “Vittoria Colonna”, nell'ambito del Progetto #agitecontemporanee, lo spettacolo in scena al teatro Pietro...

Il giardino_2_phLisaConti

Prosegue ad Arezzo il focus sulla figura e sull'arte dello spettatore.

E' stato selezionato dagli studenti della I e II Liceo Teatrale "Vittoria Colonna", nell'ambito del Progetto #agitecontemporanee, lo spettacolo in scena al teatro Pietro Aretino venerdì 6 ottobre (ore 10.00 per gli studenti delle scuole superiori e medie; ore 18,30 pubblico di tutte le età)"Albania casa mia" di e con Aleksandros Memetaj. Tra i quattro spettacoli proposti loro dai curatori del Festival, i ragazzi hanno scelto questo lavoro perché, secondo la loro motivazione "pone un tema di grande attualità: le migrazioni di popoli. Ci piace che di questo tema parli chi direttamente vive questa esperienza, un ragazzo che oggi ha 25 anni, nato in Albania, arrivato in Italia con la sua famiglia quando aveva pochi mesi. Abbiamo scelto questo spettacolo perché vogliamo che ad Arezzo si parli di più di questi temi. Tra noi ragazzi ci sono diversi compagni che hanno genitori di provenienza diversa, o nati all'estero; a scuola abbiamo modo di conoscerci e stare bene insieme. Vorremmo che questo potesse succede anche fuori dalla scuola, a partire dalla nostra città."

Rivolta ad insegnanti, operatori teatrali ed educatori la presentazione - workshop del progetto Xformarsi, a cura di Fabrizio Cassanelli e Ivana Conte, (ore 16,00, Libreria Feltrinelli) che prende le mosse dal libro di Cassanelli Teatro in educazione pubblicato dalla casa editrice ETS.

Parte alla volta di Sansepolcro (ore 20,30, parcheggio Pietri, con cestino /cena offerto ai partecipanti) il Pullman dello Spettatore Errante. In programma, alle ore 21,15 presso il Teatro alla Misericordia, la prova aperta di Queen Lear, di Claire Dowie, Michele Panella e Nina's Drag Queens, ovvero Re Lear di William Shakespeare trasformato in opera musicale en travesti su drammaturgia dell'inglese Claire Dowie. Cinque drag queen recitano e cantano la tragedia in una terra di mezzo fra teatro di prosa, stand-up comedy, opera lirica. NINA'S DRAG QUEENS è una compagnia teatrale composta da attori e danzatori che hanno trovato nel personaggio drag queen la chiave espressiva della loro ricerca. La prova aperta è presentata al termine di una residenza artistica di quindici giorni ed inserita nella programmazione di Kilowatt Tutto l'Anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival dello Spettatore, venerdì doppio appuntamento ad Arezzo e Sansepolcro

ArezzoNotizie è in caricamento