Cherici lascia, il Quartiere: "Scelta non condivisa, ma rispettata". Attestati di stima per il giostratore che esce di scena a testa alta

Tanti messaggi dai colleghi giostratori, tanto affetto ricevuto su Facebook da parte dei quartieristi biancoverdi, ma non solo, perché Stefano Cherici è una persona molto stimata in tutto l'ambito della Giostra del Saracino. Nelle ore successive...

sant'andrea duomo

Tanti messaggi dai colleghi giostratori, tanto affetto ricevuto su Facebook da parte dei quartieristi biancoverdi, ma non solo, perché Stefano Cherici è una persona molto stimata in tutto l'ambito della Giostra del Saracino. Nelle ore successive al suo annuncio di lasciare il posto da titolare a Sant'Andrea, sono prima di tutto gli altri cavalieri a salutarlo. Il primo èAndre Vernaccini di Porta del Foro che posta la sua foto e scrive: "Un avversario leale, un amico, un vincente. Onore a te Bricceca.", poi c'è Francesco Rossi suo compagno di scuderia, la riserva che potrebbe diventare titolare che scrive "Grazie di tutto amico mio", infine il suo compagno di squadra, Enrico Vedovini con il quale ha giostrato fin dalla prima volta come lui stesso ricorda, mettendo in fila due numeri che dicono tutto: "29 giostre e 10 vittorie non si dimenticano".

Nel giorno della donazione dei ceri al patrono San Donato che dà il via ufficiale all'anno giostresco Cherici ha comunicato alla dirigenza bianco verde una decisione dolorosa, ma che era nell'aria. Evidentemente quello del 2018 doveva essere un anno di cambiamenti per il popolo di Sant'Andrea. Così Cherici lascia, non giostrerà più. Con le elezioni che si terranno a febbraio il quartiere dovrà trovare oltre che un nuovo rettore, se Carboni confermerà la volontà di non continuare, e un nuovo equilibrio alle scuderie. Chi affiancherà Enrico Vedovini? Si profila una scelta interna che vede in prima fila Francesco Rossi e Tommaso Marmorini, una coppia che ha giostrato più volte nella Prova Generale. Ancora prematura sembra invece la possibilità di mandare in lizza come titolare Saverio Montini che ha comunque dimostrato grandi qualità, ma che il quartiere probabilmente vuol fare crescere ancora, prima di rischiarlo.

Intanto è arrivato il comunicato ufficiale del quartiere di Porta Sant'Andrea:

"Il giostratore del Quartiere di Porta Sant’Andrea Stefano Cherici ha comunicato al capitano Mauro Dionigi ed al rettore Maurizio Carboni la propria decisione di non correre più giostra. Cherici rimane tuttavia legato al quartiere per tutto il prossimo anno."

Una scelta accettata, ma non condivisa: "Il Quartiere esprime profondo dispiacere per la sua scelta, che non è condivisa dalla dirigenza ma che viene rispettata in quanto frutto di una decisione personale a lungo ponderata."

Infine i ringraziamenti: "Il Quartiere tutto ringrazia Stefano per quanto ha fatto in questi anni prima come riserva e poi come giostratore, per la sua passione di quartierista sempre dimostrata umanamente e, soprattutto, per le dieci vittorie che portano la sua firma, assieme allo storico compagno Enrico Vedovini con cui ha costituito la coppia più longeva e vittoriosa della Giostra del Saracino."

2018, un anno di cambiamenti. Le scelte successive comunque spetteranno al nuovo consiglio e al nuovo rettore che nascerà probabilmente entro la fine di febbraio. Alcune tappe sociali a Sant'Andrea sono stabilite. Il 26 gennaio ci sarà l'assemblea, poi lo statuto prevede che entro un mese si tengano le elezioni del nuovo consiglio. Quindi tutto entro la fine di febbraio e la data utile per le elezioni sembra essere quella del 25, tanto per evitare slittamenti e sovrapposizioni con le votazioni nazionali. Intanto parla di questo momento il capitano Mauro Dionigi: "Per noi questa decisione è pesante, con il rettore, con i consiglieri e alcuni amici di Stefano abbiamo cercato di farlo riflettere e dargli le motivazioni giuste per ripensarci, ma lui è rimasto fermo sulle sue posizioni. Penso che ci proverò ancora nei prossimi mesi, perché sarebbe importante che restasse. Se così non sarà accelereremo con i giovani e li metteremo alla prova, i ragazzi alla scuderia stanno crescendo molto."

Ma i cambiamenti non riguardano solo il Bricceca, perché dopo infiniti anni anche Gianni Sarrini, detto il Nana, ha deciso di lasciare il consiglio e il suo ruolo di Cancelliere. E c'è attesa per sapere se uscirà di scena anche Maurizio Carboni come aveva dichiarato all'indomani della Giostra vinta a settembre, oppure si convincerà a restare rettore, come in tanti nel quartiere gli hanno chiesto di fare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La fotogallery:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento