Turismo: al via Borsa Mercato del lavoro. In partenza la seconda edizione

Sono quasi trecento i posti di lavoro offerti quest’anno dalla Borsa Mercato del Lavoro di Arezzo, organizzata dall’Ente Bilaterale del Turismo Toscano con la collaborazione tecnica della Confcommercio e il patrocinio di Regione Toscana, Comune di...

 

Sono quasi trecento i posti di lavoro offerti quest’anno dalla Borsa Mercato del Lavoro di Arezzo, organizzata dall’Ente Bilaterale del Turismo Toscano con la collaborazione tecnica della Confcommercio e il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Arezzo e Camera di Commercio. Impieghi reali, disponibili da subito nel settore della ristorazione, della ricettività e delle agenzie di viaggio. Un’occasione da non perdere per chi è in cerca di un’occupazione qualificata in un ambito, quello turistico, che offre grandi soddisfazioni e possibilità di carriera.

L’appuntamento è per mercoledì 2 marzo dalle ore 10 alle 16 nei padiglioni di Arezzo Fiere e Congressi, in via Spallanzani 23, dove si ritroveranno i responsabili delle aziende in cerca di nuovo personale e i candidati che si presenteranno, curriculum vitae alla mano, per un primo colloquio di selezione.

Lo scorso anno, per la prima edizione, i candidati furono quasi 1.500 per 153 posti disponibili. Quest’anno l’obiettivo degli organizzatori sta, più che nel richiamare un gran numero di aspiranti lavoratori, nell’attirare persone che abbiano davvero tutti i requisiti richiesti dalle aziende, in modo che l’incontro tra domanda ed offerta si concretizzi al più presto nella firma di un contratto di lavoro, con reciproca soddisfazione di titolare e neoassunto.

Sul sito www.borsamercatolavoro.it, dove ci si può registrare gratuitamente per partecipare alle selezioni del 2 marzo, sono già specificati sia la tipologia delle venti aziende presenti alla Borsa sia i profili professionali ricercati. I candidati possono quindi scegliere a colpo sicuro con chi sostenere i colloqui, valutando l’offerta dei ruoli che più si confanno alle proprie aspirazioni e qualifiche.

Si va dalle mansioni più tradizionali nell’ambito dei pubblici esercizi, come cuoco, aiuto cuoco, pizzaiolo, pasticcere, fornaio, lavapiatti, operatore di fast food, cameriere di sala e barista, a ruoli di altissimo livello come chef de rang, commis di cucina, marketing assistant e restaurant manager. Ci sono poi strutture ricettive che offrono posizioni di receptionist, cameriere ai piani, addetti alla manutenzione e perfino di blogger turistico, in grado di animare la presenza dell’impresa sui social media. Nell’elenco compaiono anche le agenzie di viaggio, assenti lo scorso anno, alla ricerca di banconisti e tour leader per accompagnare i gruppi in giro per il mondo. Ci sono poi molte offerte per chi vuole lavorare nei villaggi turistici come animatore, istruttore di fitness, tecnico audio-luci, ballerino, coreografo o responsabile dell’animazione.

Per la maggior parte dei ruoli sono richiesti titoli di studio o qualifiche professionali adeguate ed esperienza, anche minima, nel settore. In molti casi, soprattutto quando il lavoro è a contatto con il pubblico, è gradita la conoscenza della lingua inglese, a volte perfino quella di una seconda o terza lingua. Tra le opzioni figurano anche l’uso del computer o di programmi informatici specifici, così come il possesso di particolari abilitazioni (ad esempio, la qualifica di sommelier per alcune posizioni di cameriere). I contratti di lavoro proposti variano dal tempo determinato, legato alla stagionalità, a quello indeterminato per le imprese che devono ampliare il proprio organico in pianta stabile.

I posti disponibili sono, per la precisione, 286 dei quali circa la metà in provincia di Arezzo, alcuni in provincia di Siena e gli altri in villaggi turistici”, precisa Catiuscia Fei, vicedirettrice della Confcommercio e coordinatrice del Centro Servizi aretino dell’Ente Bilaterale del Turismo Toscano insieme a Diego Loreto della Uiltucs-Uil.

“La partecipazione alla Borsa Mercato è gratuita”, ricorda la Fei, “chiunque può presentarsi all’accettazione per sottoporsi ai colloqui ma è preferibile comunque, per accelerare l’ingresso, che i candidati si registrino, sempre gratuitamente, attraverso il sito www.borsamercatolavoro.it. Poi non dovranno fare altro che presentarsi la mattina del 2 marzo ad Arezzo Fiere muniti di diverse copie del proprio curriculum vitae e mettersi in fila al desk delle imprese selezionate per parlare di persona con i responsabili”.

La Borsa Mercato del Lavoro nel Turismo dedicherà un'area specifica anche all'orientamento al lavoro per aiutare gli studenti, i disoccupati e, in generale, quanti vogliono saperne di più in merito a formazione, tirocini, esperienze all’estero e borse di studio.

Saranno presenti vari desk informativi, da quello dell’Ente Bilaterale del Turismo Toscano, per conoscere le offerte di lavoro del settore in Toscana, a quello sul Progetto Giovanisì della Regione Toscana, pensato per favorire l’autonomia dei giovani con azioni mirate di sostegno anche finanziario in 6 macroaree: tirocini, casa, servizio civile, fare impresa, lavoro, studio e formazione. Ci saranno inoltre l’Informagiovani di Arezzo, l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori ISFOL, lo sportello Eures (EURopean Employment Services) per chi è interessato a lavorare in altri paesi europei, ed il Centro Studi Pluriversum, che darà informazioni per orientarsi nel mercato del lavoro, conoscere i canali per la ricerca attiva di lavoro, valutare le opportunità e fissare obiettivi per la costruzione della propria carriera. Infine sarà presente Eurodesk Casentino, la struttura del programma comunitario Erasmus+ che offre ai giovani che desiderano muoversi in un contesto europeo notizie su eventuali tirocini presso le istituzioni dell'Unione Europea, ma anche su scambi giovanili, servizi di volontariato, lavoro stagionale o alla pari, concorsi, premi e progetti.

Sempre nell’ambito della Borsa Mercato del Lavoro, alle ore 10.30 Arezzo Fiere ospiterà anche il talk show “Turismo ed emozioni, dalla reazione di un team vincente alla cura della web reputation”, dedicato all’importanza del fattore umano nelle imprese del turismo, dal titolo. Partecipano due veri “guru” del settore, il direttore scientifico della BTO Giancarlo Carniani, general manager di Top Florence Hotels, e Mirko Lalli, founder e CEO di Travel Appeal, che affronteranno il tema insieme ad altri autorevoli ospiti. A portare i saluti degli organizzatori il presidente di EBTT Federico Pieragnoli e la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini. Chiude il convegno, moderato dal direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, l’attesissimo intervento del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Per informazioni: Centro Servizi EBTT Arezzo c/o Confcommercio, telefono 0575324048 arezzo@ebt.toscana.it.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento