Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

L'aretino Stefano Capaccioli nominato dal Mise nel gruppo di esperti per il piano nazionale sulla blockchain

Commercialista aretino ai massimi livelli come esperto in tema di tecnologie basate su registri condivisi e blockchain

Dottore commercialista e revisore legale ad Arezzo, ma Stefano Capaccioli è molto di più. Da alcuni anni infatti si occupa ai massimi livelli di blockchain e di tutto il mondo che gira intorno alle monete virtuali, i bitcoin. Numerosi i suoi interventi come esperto alla Camera dei Deputati e le pubblicazioni nelle principali testate, convegni, incontri istituzionali.

Proprio per queste sue approfondite conoscenze, Stefano Capaccioli, 48 anni, è stato nominato dal Ministero per lo sviluppo economico, quale membro del gruppo di 30 esperti di alto livello per la redazione del piano nazionale sulle tecnologie basate su registri condivisi e blockchain.

E' stato lui stesso ad annunciarlo tramite il suo profilo Facebbok.

"Il tavolo è composto da 30 esperti scelti tra le imprese, le associazioni e della ricerca scientifica, proprio il ramo dal quale provengo - spiega Capaccioli- ci incontreremo e lavoreremo per tracciare linee guida che mancano al nostro paese, sull'uso della tecnologia applicata ai registri condivisi, spero che così l'Italia possa recuperare il terreno perduto nel corso degli anni rispetto ad altri paesi europei che hanno una posizione chiara e coerente. Come sappiamo la tecnologia è neutra, è il modo in cui si usa che fa la differenza."

Stefano Capaccioli ha partecipato anche ad una delle puntate di maggior successo di #NonSoloFisco, la rubrica che Arezzo Notizie porta avanti insieme all'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della provincia di Arezzo ed aveva tracciato con parole semplici, la storia, l'inizio e i primi rudimenti per capire proprio i bitcoin, sfatando anche alcune accuse che sono state mosse a questo sistema di moneta virtuale.

Così lo presenta il sito del Mise, insieme agli altri 29 esperti scelti:

Dottore commercialista e revisore legale dal 1995, con studio in Arezzo, cultore in Informatica Giuridica Avanzata alla Università Statale di Milano, autore del primo libro pubblicato in lingua italiana (Criptovalute e bitcoin: un’analisi giuridica, Giuffré 2015), di oltre 70 articoli in materia di criptovalute, di bitcoin, blockchain e sui metalli preziosi, fondatore di Assob.it e Coinlex., relatore presso istituzioni private e pubbliche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aretino Stefano Capaccioli nominato dal Mise nel gruppo di esperti per il piano nazionale sulla blockchain

ArezzoNotizie è in caricamento